Siviglia-Villarreal 1-2: Una manna dal cielo!

Torna la vittoria dopo aver raccolto due punti nelle ultime sei giornate

Siviglia

Dopo circa una cinquantina di giorni il Villarreal torna a vincere e lo fa su un campo difficile come quello del Siviglia. Bastano pochi numeri per capire l’importanza di questi tre punti. Prima di stasera il Submarino amarillo aveva raccolto due degli ultimi diciotto punti in Liga. D’altro canto il Siviglia aveva vinto sette gare e ne aveva pareggiata una nelle ultime otto casalinghe.

Se contro Valencia e Atlético Madrid il Sottomarino giallo aveva mostrato un calcio competitivo, che possa gettare i presupposti per un futuro meno grigio, stasera è stato il Siviglia a farla da padrone. Gli andalusi hanno tessuto la trama del gioco e il Villarreal si è ritrovato nel ruolo di attendista, ma quanto meno puntuale. Grazie a un calcio d’angolo Raúl Albiol, primo gol in camiseta amarilla, ha portato in vantaggio gli ospiti.

Su questo copione il Siviglia, probabilmente la squadra più bella da vedere in Spagna in questo momento, si è rimboccato le maniche. Il Villarreal ha dovuto chiudersi a riccio, ricoprendo un ruolo già visto lo scorso anno, ma che Calleja vuole assolutamente evitare. Ma se ogni a cross si è eretto il muro di Albiol, attorniato da altre torri imponenti, il pari è arrivato a fil d’erba.

Nella ripresa Lopetegui ha cercato la variante, e al primo passaggio interno rasoterra Munir ha anticipato Pau Torres e riaperto la gara. Con l’avvolgente trama di gioco e l’inerzia del gol in campo s’è visto solo il Siviglia. Gli andalusi hanno dimostrato di meritare il terzo posto in classifica e un successo che però non è arrivato. Se invece il Villarreal avrebbe meritato di più in passato, oggi è stato cinico e ha punito di rimessa. Il raddoppio è arrivato sull’asse Moi Gómez-Trigueros, probabilmente i migliori in giallo, e il subentrato Toko Ekambi ha regalato una gioia fondamentale ai suoi.

Il Villarreal non espugnava il Ramón Sánchez-Pizjuan dal lontano febbraio 2012, da allora aveva raccolto solo quattro punti, circa mezzo all’anno. Questa è la sua trecentesima vittoria in massima serie ed è arrivata su uno dei campi più tosti di Spagna. Adesso bisogna ritrovare la fiducia e la continuità per decidere se l’obiettivo debba essere la lotta all’Europa o la salvezza.

Tabellino:
Siviglia (4-3-3): Vaclík; Jesús Navas, Carriço, Diego Carlos, Reguilón; Fernando, Banega (78’ Joan Jordán), F. Vázquez; Munir, Luuk de Jong (59’ Chicharito Hernández), Óliver Torres (78’ Dabbur). A disp.: Bounou, Koundé, Escudero, Gudelj. All. Julen Lopetegui.
Villarreal (4-2-3-1): Asenjo 6; Mario Gaspar 5,5, Albiol 7, Pau Torres 5,5, Quintillà 5,5; Zambo Anguissa 6,5, Iborra 5; Chukwueze 5,5 (66’ Toko Ekambi 6,5), Trigueros 7 (89’ Funes Mori n.g.), Moi Gómez 7; Gerard Moreno 6 (78’ Rubén Peña n.g.). A disp.: A. Fernández, Morlanes, Ontiveros, Bacca. All. Javi Calleja.
Gol: 13’ Albiol, 61’ Munir, 74’ Toko Ekambi
Arbitro: Cordero Vega. Ha ammonito Óliver Torres e Diego Carlos.

About Mihai C. Vidroiu 650 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*