Villarreal-Valladolid 2-0: Quest’anno funziona!

Ontiveros Valladolid

Il Villarreal vince due gare di fila: non dovrebbe essere una notizia, ma purtroppo lo è. Lo scorso anno si è dovuto attendere la ventottesima giornata per inanellare sei punti in due turni consecutivi, stavolta è servito molto meno. Prima della gara Calleja aveva detto durante la conferenza pre-gara che questa stagione non ha nulla a che vedere con quella scorsa, e che è chiaro vedendo allenare questo gruppo. Al termine di questa partita vien voglia di credergli: quest’anno le sensazioni sono opposte a quelle dello scorso anno.

Per affrontare il Valladolid, che circa un anno fa aveva espugnato il Madrigal, Javi Calleja ha confermato il 4-1-4-1 di Butarque cambiando un solo interprete: Rubén Peña al posto di Mario Gaspar. È un modulo che sta funzionando molto bene perché sposta Cazorla a ridosso dell’area avversaria e trae il meglio da Gerard Moreno, che invece può partire largo sulla fascia e inserirsi invece di rimanere invischiato nel traffico d’area.

Ma il Valladolid pensa solo a difendersi serrando tutti i pertugi. Ogni volta che il Villarreal crea superiorità sulle fasce, tre contro due grazie ai due trequartisti centrali, gli ospiti devono spostare il bilanciamento ondulando a destra e a manca. Ma non basta a superare una squadra che vive di ripartenze e che quando lo fa rischia anche di ferire, vedasi il palo di Guardiola nel secondo tempo.

Nonostante a Calleja venga spesso imputato di non saper leggere le partite, la gara di oggi non può finire sul banco delle accuse. Nel giro di un quarto d’ora mette dentro prima Toko Ekambi e poi le due ali Chukwueze e Ontiveros. Se il camerunese non è al meglio delle forma, sono i due ragazzini terribili. Ontiveros scambia con Ekambi e si procura il rigore che permette ai padroni di casa si sbloccare la gara con il rigore di Cazorla. Nel finale arriva il raddoppio dello stesso Ontiveros su assist di Chukwueze. Missione compiuta.

Per la prima volta dal suo ritorno Cazorla segna e il Villarreal trova la vittoria. Il Sottomarino giallo si conferma come il miglior attacco della Liga e, pur partendo come la seconda peggior difesa, ha mantenuto la porta inviolata per la seconda gara di fila. Da quando è in massima serie non aveva mai segnato dodici reti nei primi cinque turni. E come se non bastasse ha segnato per la venticinquesima partita consecutiva al Madrigal, una striscia pari a quella dell’ormai lontano 2011, di cui diciotto di fila in Liga.

Tabellino:
Villarreal (4-1-4-1): Asenjo 7; Rubén Peña 6, Albiol 6, Pau Torres 6, Quintillà 6; Iborra 6,5 (74’ Ontiveros 7,5); Gerard Moreno 7, Zambo Anguissa 6, Cazorla 6, Moi Gómez 5 (66’ Chukwueze 6,5); Bacca 5 (58’ Toko Ekambi 6). A disp.: Andrés Fernández, Funes Mori, Mario Gaspar, Trigueros. All. Javi Calleja.
Valladolid (4-4-2): Masip; Pedro Porro, Kiko Olivas, Salisu, Barba; Antoñito, Míchel (80’ Hervías), R. Alcaraz, Óscar Plano (74’ Anuar Tuhami); Sandro Ramírez (66’ Waldo Rubio), S. Guardiola. A disp.: Lunin, Joaquín Fernández, Moyano, San Emeterio. All. Sergio González.
Gol: 78’rig. Cazorla, 89’ Ontiveros.
Arbitro: César Soto Grado. Ha ammonito Quintillà, Iborra e Barba.

About Mihai C. Vidroiu 625 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*