Nico Sansone e Roberto Soriano al Bologna!

Al Submarino amarillo dovrebbero andare tra i quindici e i sedici milioni di euro

Sansone Soriano

Con l’imminente conferma di Sinisa Mihajlović sulla panchina del Bologna, il club felsineo ha ufficializzato il riscatto di Nicola Sansone e Roberto Soriano. I due giocatori italo-tedeschi erano di proprietà del Villarreal, ma nella sessione di mercato invernale si erano accasati nel capoluogo emiliano. È stato determinante il buon rendimento individuale, ma anche collettivo: il Bologna è stato spesso in zona retrocessione, salvo uscirne nelle ultime giornate e chiudere a metà classifica. I due calciatori del Sottomarino giallo si sono ritagliati un posto da titolare e hanno contribuito a la causa rossoblù.

(Le 10 cessioni più remunerative della storia del Villarreal)

Entrambi sono stati girati al Bologna a gennaio, ma con modalità leggermente differenti. Per quanto riguarda Sansone, che aveva disputato il primo semestre in Spagna, si trattava di un prestito con obbligo di riscatto in caso di salvezza. Si era parlato di circa otto milioni di euro (le varie fonti oscillano tra i sette e mezzo e i nove milioni).

Mentre Roberto Soriano aveva disputato il girone d’andata al Torino, che deteneva un diritto di riscatto sostanzioso (tra gli undici e i quattordici milioni di euro), ma il suo scarso impiego lo ha convinto a cambiare aria. Si era detto che il Bologna ne avesse prelevato il contratto alle stesse condizioni dei granata, ma alla fine la necessità del Villarreal di disfarsi di un giocatore escluso dal progetto tecnico, hanno convinto la dirigenza ad accettare molto meno. Anche nel suo caso le stime si aggirano tra i sette milioni e mezzo (secondo la stampa italiana) e gli otto milioni (secondo quella spagnola).

Bisogna inoltre ricordare che entrambi furono acquistati nell’estate del 2016 a cifre ben più alte. Sansone dovrebbe essere costato 12,5 milioni di euro (più 1,5 di bonus, probabilmente mai incassato), mentre per Soriano si parlò di 14,1 milioni, ma dal bilancio della Sampdoria emersero 13,75 milioni netti. Ad ogni modo un esborso totale di oltre ventisette milioni, che il Villarreal ha recuperato solo parzialmente.

All’epoca, parliamo di tre anni fa, entrambi fecero registrare il record di acquisti più costosi della storia del club. Record poi battuti nelle estati a seguire anche per via della costante inflazione nel mondo del calcio, e in particolar modo dal caso Neymar in poi. Bisogna inoltre aggiungere che il Villarreal non è abituato a vendere a meno di quanto abbia pagato i cartellini dei calciatori. Anche per questo le esperienze dei due italiani, pur essendo state molto altalenanti, possono considerarsi più negative che positive.

About Mihai C. Vidroiu 609 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*