Villarreal-Leganés 2-1: Verso la salvezza!

Con questa vittoria la zona retrocessione dista quattro punti, ma non è finita

Tre punti dal sapore di salvezza, ma che salvezza ancora non sono. Per il terzo anno consecutivo il Villarreal supera per due a uno il Leganés alla trentesima giornata, e diventa la prima squadra ad aver conquistato sei punti contro los pepineros in questa Liga. In chiave retrocessione la situazione è fra le più rosee da mesi a questa parte: cuscinetto di quattro punti (ma sono tre e mezzo perché il Valladolid ha gli scontri diretti a favore) e di tre squadre. E soprattutto in campo si è rivisto il Sottomarino giallo sicuro dei propri mezzi che non si vedeva da parecchio.

Javi Calleja è definitivamente passato alla difesa a quattro e, con i forfait in extremis di Asenjo e Morlanes, ha attuato qualche rotazione. Su tutte: Chukwueze esterno destro con Bacca e Toko Ekambi in avanti. E l’incontro inizia subito in scioltezza con la rete proprio di Chukwueze, annullata dal VAR per fuorigioco. Grazie a un pressing a tutto campo molto efficace i padroni di casa dominano territorialmente (70,4% di possesso al duplice fischio), ma faticano a trovare i spazi.

Proprio come il primo Villarreal di Calleja, questa squadra non ha paura di amministrare la sfera di cuoio, ma si impelaga nella propria orizzontalità. Non a caso l’azione della rete annullata è arrivata da un lancio lungo di Cazorla. Ma il Leganés, che galleggia a metà classifica, non fa molto per rompere gli schemi, limitandosi a spazzare via.

L’equilibrio si spezza all’ora di gioco, anche grazie a un bel cross del giovane Quintillà, su cui Toko Ekambi la spizza e Bacca la ribadisce in porta. En passant: adesso è il maggior marcatore colombiano della storia della Liga. Con il pubblico a sospingere i propri beniamini Toko Ekambi s’inventa il raddoppio e sembra chiusa lì. Ma nel finale Álvaro González causa un rigore che Andrés Fernández non riesce a parare. Poco male. Nel recupero c’è tempo solo di inveire contro Omeruo, reo di un fallo anti-sportivo su Cazorla, che fa imbestialire le tribune e i giocatori in campo.

Nonostante i festeggiamenti a mo di salvezza già conquistata, adesso bisogna tornare concentrati e rendersi conto che non è ancora finita. Ci sono ancora quindici punti in gioco e appena tre e mezzo dalla zona rossa della classifica. Il passo in avanti c’è stato, e anche importante, ma non basta. Giovedì, nell’ultimo turno infrasettimanale, ci sarà la trasferta di Anoeta contro la Real Sociedad.

Tabellino:
Villarreal (4-4-2): A. Fernández 5,5; Mario Gaspar 6, Álvaro González 5, Funes Mori 7, Quintillà 6,5; Chukwueze 6,5 (84′ Pedraza n.g.), Cazorla 7, Iborra 5,5, Fornals 6; Bacca 6 (75′ Cáseres n.g.), Toko Ekambi 6,5 (89′ Gerard Moreno n.g.). A disp.: Barbosa, V. Ruiz, Jaume Costa, Trigueros. All. Javi Calleja.
Leganés (3-5-2): Cuéllar; Bustinza (70′ El Zhar), Siovas, Omeruo; Nyom, Óscar Rodríguez (77′ Merino), Gumbau, Rubén Pérez, Jonathan Silva; Carrillo (57′ En-Nesyri), Braithwaite. A disp.: Lunin, Diego Reyes, Juanfran, Eraso. All. Mauricio Pellegrino.
Gol: 64′ Bacca, 80′ Toko Ekambi, 87′ rig. El Zhar
Arbitro: Prieto Iglesias. Ha ammonito Omeruo, Cáseres e A. Fernández.

About Mihai C. Vidroiu 609 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*