Villarreal-Zenit 2-1: Il sogno continua!

Ai quarti di finale di una competizione europea per la settima volta nella storia

Bacca

Dopo aver interrotto la striscia di ventitré gare europee casalinghe senza mai perdere dello Zenit S.Pietroburgo, nella gara di ritorno il Villarreal ha battuto nuovamente i russi di fronte al proprio pubblico. Sono bastati un bel gol di Gerard Moreno nel primo tempo e il raddoppio allo scoccare della ripresa di Bacca per chiudere il discorso qualificazione. La tradizione contro gli ospiti russi si conferma: cinque vittorie su cinque nel feudo amarillo, nonostante lo Zenit avesse espugnato sia Anoeta che Mestalla nelle ultime due trasferte spagnole.

Javi Calleja ha recuperato in extremis Fornals, che mercoledì aveva subito una forte botta alla schiena ed era rimasto in dubbio fino all’ultimo. Nel 3-5-2 del tecnico madrileno c’è stato spazio per qualche rotazione ma senza esagerare. L’arma in più, se ci fosse bisogno di sottolinearlo, è stata la leggerezza mentale di non dover fare risultato. La pessima prestazione di domenica scorsa è stata completamente ribaltata in Europa, in una competizione non più di primaria importanza.

Il Sottomarino giallo ha ribadito la sua superiorità tecnica grazie a un palleggio fluido come poche volte nelle ultime settimane. Ma più che altro lo Zenit si è confermato una formazione di scarso spessore lontano dalle latitudini del proprio stadio. Il gol nel finale di Ivanović non serve a molto: la qualificazione distava altri tre reti per i russi. Così il Villarreal torna ai quarti di finale di una competizione europea per la settima volta nella sua storia, raggiungendo Athletic Bilbao, Siviglia e Saragozza. Solo le quattro grandi hanno fatto meglio in Spagna.

Aver battuto con tanta facilità la capolista del campionato russo è la conferma del valore di questa rosa. L’Europa invece di togliere energie al campionato potrebbe aver aiutato questo gruppo a ritrovarsi. Per la prima volta in stagione il Sottomarino giallo ha inanellato tre vittorie di seguito e dovrà sfruttare questa rincorsa come trampolino di lancio. Se in Europa League è ancora imbattuto, in Liga la sfida di domenica contro il Rayo Vallecano sarà fondamentale.

Ironia della sorte: nelle ventisette partite di campionato questa squadra ha conseguito lo stesso numero di vittorie che nelle nove nel torneo continentale. Cinque. Non ci sono molti dubbi che questa squadra ha potenzialità importanti, ma deve ritrovare la concentrazione e la fiducia in sé stessa per concludere nel miglior dei modi la stagione. Prima in campionato e poi si vedrà.

Tabellino:
Villarreal (3-5-2): A. Fernández 6,5; Álvaro González 6,5, Funes Mori 5,5 (77’ Miguelón n.g.), V. Ruiz 6,5; Mario Gaspar 6, Iborra 6,5 (70’ Cazorla n.g.), Cáseres 5,5 (46’ Morlanes 6,5), Fornals 6,5, Jaume Costa 6; Bacca 6,5, Gerard Moreno 6,5. A disp.: Asenjo, Pedraza, Chukwueze, Toko Ekambi. All. Javi Calleja.
Zenit (3-5-2): Lunev (64’ M. Kerzhakov); Ivanović, Mammana, Rakitskiy; Smolnikov, Hernani, Barrios (46’ Kranevitter), Ozdoev, Driussi; Shatov, Azmoun (70’ Mak). A disp.: Anyukov, Luís Neto, Kuzyaev, Zabolotny. All. Sergei Semak.
Gol: 29’ Gerard Moreno, 47’ Bacca, 91’ Ivanović.
Arbitro: Artur Dias (POR). Ha ammonito V. Ruiz, Shatov e Jaume Costa.

About Mihai C. Vidroiu 552 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*