Villarreal-Alavés 1-2: Disastro totale

I baschi sbancano il campo del Sottomarino giallo per il terzo anno di fila

Alavés

Per il terzo anno consecutivo il Deportivo Alavés espugna il campo del Villarreal: solo a Valladolid aveva già vinto tre anni di fila in uno stadio di massima serie. Quello che è storicamente stato il punto di forza del Sottomarino giallo, quest’anno si sta dimostrando il teatro della peggior stagione casalinga della sua storia. La vittoria contro il Siviglia è stato un fuoco di paglia. Questa squadra continua a faticare tantissimo e a vincere pochissimo: appena due volte di fronte al proprio pubblico in tutto il campionato.

Contro l’Alavés si è vista una squadra intraprendente e volenterosa, ma inefficace. Quello che si era dimostrato uno dei grandi difetti del Villarreal già dalla scorsa stagione, è diventato uno dei principali pesi in questa. Non ci sono idee offensive. Anche quando i ritmi si alzano la squadra arriva sulla trequarti ma non ha la più pallida idea di come fare per creare una situazione da gol. Inutile dire che nelle rare occasioni in cui l’occasione viene creata gli attaccanti stanno avendo molti problemi a insaccarla.

La scossa è arrivata nel secondo tempo con il colpo di testa di Maripán da calcio d’angolo. Nel corpo a corpo con Funes Mori il difensore argentino si ritrova gambe all’aria e gli ospiti si sono portati in vantaggio. Solo un miracoloso rigore mediante uso del VAR ha permesso al Villarreal di tornare in partita. Nel finale i padroni di casa hanno provato a premere, ma gli enormi spazi in transizione difensiva hanno permesso a Inui di spezzare le gambe al Villarreal.

L’ironia è che l’Alavés con questa vittoria è provvisoriamente in zona Champions League con un computo di reti non molto dissimile dal Villarreal. Entrambe hanno segnato ventisette gol, solo che il Villarreal ne ha subiti sei in più. Sei gol che valgono diciassette punti in classifica. A questo punto è superfluo parlare di distanze e calendario: se non si vince (quasi) mai, è impossibile uscire dalla zona retrocessione. E più tempo passa, più sarà dura. Siamo a marzo ed è sempre la solita merda.

Tabellino:
Villarreal (3-5-2): Asenjo 5; Álvaro González 5, Funes Mori 4 (75’ Chukwueze n.g.), V. Ruiz 4; Mario Gaspar 4, Cazorla 5,5, Iborra 5,5, Morlanes 5 (80’ Fornals n.g.), Pedraza 5; Toko Ekambi 4,5 (64’ Gerard Moreno n.g.), Bacca 5. A disp.: A. Fernández, Miguelón, Jaume Costa, Raba. All. Javi Calleja.
Deportivo Alavés (4-4-2): Pacheco; Vigaray, Laguardia, Maripán, Duarte; Inui (85′ Wakaso), Manu García (71’ Tomás Pina), Brašanac, Jony Rodríguez; Borja Bastón (77′ Burgui), Calleri. A disp.: Sivera, Adrián Marín, Ely, Guidetti. All. Abelardo.
Gol: 54′ Maripán, 61′ rig. Cazorla, 77′ Inui.
Arbitro: Munuera Montero. Ha ammonito Calleri, Jony, Laguardia, Álvaro González e V. Ruiz.

About Mihai C. Vidroiu 589 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*