Quanto costerebbe retrocedere in Segunda?

Basandosi sui dati della stagione passata si può azzardare qualche calcolo

soldi

Quanto inciderebbe a livello economico un’eventuale retrocessione in Segunda División? È impossibile dirlo con precisione, però si possono incrociare vari dati per farsi un’idea di come molte voci di flussi in entrata crollerebbero. Inoltre bisogna considerare che qualsiasi valutazione in sede di mercato non è pronosticabile, ma di certo il potere contrattuale di chi è appena retrocesso ed è costretto a vendere è infinitamente inferiore di chi riesce a salvarsi.

Tra gli introiti più o meno calcolabili che vedrebbero un drastico crollo ci sono in prima fila i diritti televisivi ripartiti dalla Lega ai vari club. Per la stagione scorsa il Villarreal ha percepito 65,5 milioni di euro. Ma diciamo una sessantina di milioni netti visto che di questa somma, 4,6 milioni di euro sono da rimborsare alla LFP che li destina per finanziarie le serie minori e i settori giovanili. Di contro la squadra di Segunda División A che ha incassato di più è stato il Granada, poco sopra i venti milioni di euro. Possiamo tranquillamente affermare che soltanto di diritti televisivi il Villarreal andrebbe a fatturare una quarantina di milioni di euro in meno.

A questi bisogna aggiungere i mancati incassi per la partecipazione a una competizione europea (a meno che non riesca a vincere l’Europa League), ma questi sono soldi che mancherebbero anche in caso di salvezza. È importante parlarne perché parliamo nell’ordine di una decina di milioni di euro. L’anno scorso, con l’eliminazione ai sedicesimi di finale di Europa League, il Sottomarino giallo ha incassato 9,72 milioni.

Una voce che non verrebbe intaccata di molto è quella relativa agli introiti relativi allo stadio. La differenza di prezzi e quindi di incassi tra l’ultima stagione in cadetteria, ovvero la 2012/13, e quella immediatamente successiva ci parla di spiccioli. Si passò da 2,58 milioni di euro in Segunda a 3,43 milioni in Primera. Una voce più o meno stabile nel tempo grazie alle politiche del club di offrire ampi sconti agli abbonati più fedeli. Lo scorso anno, nonostante la crescita del club e l’inflazione costante, l’apporto dei biglietti è arrivata non oltre i 3,75 milioni, in linea con gli ultimi anni.

Insomma il buco gigante sarebbe quello dei diritti televisivi a cui bisogna aggiungere il crollo del potere di vendita in sede di mercato, che risulta inquantificabile. Considerando che nella chiusura del bilancio dell’anno solare è stato approvato un budget di 136 milioni di euro, di cui più della metà vengono spesi per gli stipendi della prima squadra (parliamo di circa 77 milioni di euro), il mancato incasso di un gruzzolo di una cinquantina di milioni di euro sarebbe un dissesto finanziario incalcolabile.

About Mihai C. Vidroiu 589 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*