Valladolid-Villarreal 0-0: Con un piede e mezzo nella fossa

La vittoria è ulteriormente rimandata: manca da dieci giornate e due mesi e mezzo

Fonte: marca.com

Dopo il peggior girone d’andata della sua storia il Villarreal aveva la possibilità di dare una svolta alla stagione affrontando l‘Espanyol e il Valladolid: la prima aveva perso nove delle ultime dieci gare di campionato, la seconda ne aveva vinta appena una nelle ultime nove. Ma non è stato in grado di vincere neanche una delle due. Oggi questo Sottomarino giallo è sicuramente la peggior squadra della Liga (il piccolo Huesca ha battuto proprio il Valladolid meno di una settimana fa con un rotondo quattro a zero).

Se domenica scorsa la scossa del cambio di panchina aveva rivitalizzato il Submarino amarillo con un nuovo modulo e una prestazione molto buona per oltre un’ora di gioco, al Zorrilla il Villarreal è tornato a farsi piccolo. Soltanto nel primo quarto d’ora di gioco il Valladolid ha creato tre situazioni da gol e al triplice fischio la sensazione è che, per quanto visto in campo, il pareggio sia andato meglio al Villarreal che ai padroni di casa.

 

Fonte: Los otros 18

Asenjo ha dovuto sporcarsi i guanti dopo poco più di un minuto, Bonera ha salvato sulla linea pochi giri di lancetta più tardi. Quella che doveva essere l’ultima chance di riscossa è stata invece la conferma che questa squadra sia ormai naufragata negli abissi del terrore. Giocatori timorosi, senza idee offensive e con una difesa che sembra sul punto di crollare a ogni incursione avversaria.

In campionato la vittoria manca da dieci turni: è la seconda peggior striscia di sempre, solo nel 1998/99 fece di peggio raggiungendo quattordici giornate di digiuno. È impossibile identificare un solo problema perché difesa e attacco forniscono statistiche ugualmente imbarazzanti. Se in quasi la metà delle gare disputate si son subiti almeno due gol, è altrettanto vero che la percentuale di vittorie nelle partite in cui la porta è rimasta imbattuta è bassissima.

La posizione media di Gerard Moreno (7) è molto più bassa di Ekambi (17) e in linea con Fornals (7).

In diciassette delle sue diciotto stagioni in massima serie il Villarreal ha sempre vinto più delle metà degli incontri in cui non ha subito gol. La peggior percentuale fu registrata due anni fa con Escribà che chiuse con il 62,5%, mentre lo scorso anno è stato l’apice avendo vinto il 90,9% delle partite in cui non ha subito gol. Quest’anno, non solo il Sottomarino giallo fa fatica a non subire reti nei novanta minuti, ma quando ci riesce non sa nemmeno vincere: c’è riuscito il 33,3%, ovvero una volta su tre.

Ma questi sono solo numeri che evidenziano una classifica già molto chiara. Il Villarreal che più ha investito nella sua storia nella sessione estiva di calciomercato è il peggiore di sempre. Ha sette punti in meno del Villarreal più povero e scarso di sempre (quello del debutto in Liga nel ’98), ma soprattutto dal decimo turno sta battendo tutti i record negativi di punti per ogni singola giornata. Questo Sottomarino giallo è retrocesso a inizio febbraio: potrebbe salvarlo solo un miracolo.

Tabellino:
Real Valladolid (4-4-2): Masip; Moyano (67′ Antoñito), Kiko Olivas, Joaquín Fernández, Nacho Martínez; Keko Gontán (90′ Borja Fernández), Rubén Alcaraz, Míchel Herrero, Hervías (81′ Verde); Óscar Plano, Sergi Guardiola. A disp.: Yoel Rodríguez, Toni Villa, Anuar, Enes Ünal. All. Sergio González.
Villarreal (3-5-2): Asenjo 4,5; Álvaro González 5,5, Bonera 6 (88′ Jaume Costa n.g.), Funes Mori 5,5; Miguelón 5,5, Iborra 5,5, Fornals 5 (72′ Bacca n.g.), Cazorla 6, Pedraza 4,5; Toko Ekambi 5,5 (81′ Chukwueze n.g.), Gerard Moreno 4,5. A disp.: A. Fernández, Mario Gaspar, Javi Fuego, Morlanes. All. Javi Calleja.
Arbitro: Hernández Hernández. Ha ammonito Óscar Plano, Funes Mori, Cazorla, Rubén Alcaraz e Hervías.

About Mihai C. Vidroiu 551 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*