Le indicazioni di Luis García per il mercato

In arrivo un centrocampista centrale e forse anche un terzino sinistro

Luis Garcia

Anche se è ancora presto per analizzare il lavoro di Luis García Plaza sul piano tattico, dalle prime due uscite della squadra con il nuovo allenatore si possono trarre alcuni spunti decisivi. Inoltre il tecnico madrileno ha iniziato a sbottonarsi rivelando alla stampa alcuni ritocchi che è intenzionato a fare e che orienteranno la finestra di mercato invernale. Partiamo dal modulo: anche se non è ancora certo il Villarreal dovrebbe essere modellato con un 4-4-2 in linea che potrebbe variare in un 4-2-3-1.

La prima priorità di Luis García è la mediana: addio rombo, davanti alla difesa ci saranno sempre due pivot. Sull’emittente locale À Punt ha spiegato «abbiamo sofferto nella zona mediana per aver giocato con un solo centrocampista interno» e per questo il primo obiettivo della dirigenza sarà affiancare a Santiago Cáseres un altro centrocampista di sostanza. L’argentino sembra già intoccabile: è stato l’unico giocatore elogiato direttamente dal tecnico nel post-gara del debutto contro lo Spartak e dati alla mano è il giocatore che recupera più palloni di tutto il campionato con una media di 4,3 per gara.

Anzi considerando tutte e cinque le principale leghe europee solo il senegalese Idrissa Gueye dell’Everton ha saputo fare meglio finora con una media di 4,4. Perciò il nuovo Submarino amarillo ruoterà intorno a Santy Cáseres e un altro giocatore di grande presenza al suo fianco. Attualmente in rosa figurano Trigueros, Javi Fuego e Bruno Soriano, ma tutti e tre hanno saltato la preparazione estiva e se il primo sta fornendo delle prestazioni di basso profilo, gli altri due sono ben lontani dalla loro miglior forma. Mentre Iturra verrà sicuramente liberato.

Il nome del rinforzo dovrebbe essere quello di Vicente Iborra, ex-Siviglia e oggi a fare la panchina al Leicester, già cercato dal Sottomarino giallo in estate e che il tecnico ha chiesto espressamente visto che lo ha lanciato lui stesso ai tempi del Levante. Il giocatore ha già dato la sua disponibilità al trasferimento, il problema è che il Leicester lo ha pagato quindici milioni di euro mentre il Villarreal non vuole spendere troppo per un giocatore che a gennaio compirà trentuno anni.

Il secondo dettame tattico già abbastanza chiaro è quello dei terzini. Nell’ultima gara di Liga contro il Huesca la squadra ha subito più di cinquanta traversoni dalle fasce e a Luis García questa vulnerabilità non è piaciuta affatto. Il tecnico pretende dei terzini che sappiano il fatto loro nella fase difensiva per poter blindare la porta e ripartire da una solidità in retroguardia. Questo significa che Pedraza, spostato da Calleja come laterale basso, dovrà nuovamente tornare a giocare da ala.

D’altronde l’ottimo periodo del canterano non esclude una sua possibile partenza: negli scorsi mesi si era parlato di un interessamento del Real Madrid e nel caso in cui venisse versata la sua clausola risolutiva che dovrebbe essere di ventidue milioni di euro, la società sarebbe costretta a lasciarlo andare. Quel che invece bisognerà necessariamente coprire sarà il ruolo di terzino sinistro. Se Jaume Costa si riprenderà il posto di titolare fisso Layún potrebbe riguadagnare spazio. Il messicano, completamente trascurato da Javi Calleja, avrà una nuova chance con Luis García.

Prima del cambio di panchina il polivalente latinoamericano stava già cercando una nuova sistemazione per non perdere punti in chiave nazionale, ma adesso la sua posizione potrebbe essere rivalutata. Nel caso in cui non convinca l’allenatore il Villarreal si dovrà mettere alla ricerca anche di un terzino sinistro da affiancare a Jaume Costa, altrimenti il mercato di gennaio potrebbe portare soltanto un centrocampista.

About Mihai C. Vidroiu 576 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*