Villarreal-Celta 2-3: Mai così in basso

In Primera Division il Villarreal non era mai partito con 14 punti in 15 turni

Celta

L’ennesimo disastro ha evidenziato tutti i limiti del Villarreal di questa stagione. Una squadra con gravi deficit in fase di realizzazione, psicologicamente instabile e vulnerabile a qualsiasi formazione ben messa in campo. Nel giro di sette minuti il Celta Vigo ha affondato il Sottomarino giallo con uno zero-tre da brividi, ma avrebbe potuto finire in goleada. Solo una flebile reazione negli ultimi dieci minuti ha truccato il risultato: il Celta Vigo ha fatto quello che ha voluto per quasi tutta la gara.

Non si può non individuare il principale colpevole nell’allenatore. Riconvertitosi definitivamente al rombo, Javi Calleja sembra aver trovato l’undici ideale con Fornals alle spalle di Gerard Moreno e Chukwueze. Il Celta Vigo è un ospite scomodo e pericoloso, ma i padroni di casa hanno mostrano sprazzi di idee sparse sulla catena di destra con Pedraza, Cazorla e Gerard Moreno.

I galiziani hanno atteso, si sono chiusi bene e sono ripartiti a fiammate. Ma sono fiammate che pungono: come il palo di Brais Méndez (un passato nella cantera del Sottomarino giallo) a metà del primo tempo. Il vantaggio degli ospiti arriva sempre dal suo piede allo scadere della prima fase con un tiro dal limite: Asenjo non vede partire il pallone e si fa beffare sul suo stesso lato.

Nella ripresa Calleja cambia modulo: mette Toko Ekambi per Trigueros per passare al 4-3-3, ma il Sottomarino giallo è completamente alla deriva. Nel giro di sei minuti ancora Brais Méndez confeziona due assist: il primo per il colpo di testa di Yokuşlu, il secondo per Maxi Gómez con Ruiz completamente a vuoto. Ma sarebbe potuti essere molti di più.

I padroni di casa sono allo sbando, finché il Celta inizia a giocare col cronometro e si accontenta. La partita cambia solo nel finale grazie a un’ingenuità che permette al Villarreal di battere un calcio di punizione dentro l’area di rigore. Bacca trova una traiettoria fenomenale e la squadra si sveglia. Ma fa troppo poco e troppo tardi.

Non sono bastati sette minuti per ritrovare il pareggio: Gerard Moreno ha colpito un palo clamoroso e poi niente più. In un ventennio in massima serie il Villarreal non era mai partito così male: quattordici punti in quindici giornate è il peggior avvio di campionato di sempre. Se non si cambia qualcosa il fantasma della retrocessione potrebbe materializzarsi.

Tabellino:
Villarreal (4-4-2): Asenjo 4,5; Mario Gaspar 5, Álvaro González 4,5, V. Ruiz 4, Pedraza 5,5; (Funes Mori, m. 90); Cáseres 5, Trigueros 4 (46’ Toko Ekambi 5), Cazorla 5, Fornals 4,5; Chukwueze 4,5 (55’ Bacca 6,5); Chukwueze 4,5, Gerard Moreno 5.
Celta (4-3-3): Rubén Blanco; Hugo Mallo, D. Costas, Araújo, Juncà; Brais Méndez (76’ Fran Beltrán), Yokuşlu, Jozabed (81’ Cabral); Boufal (65’ Hjulsager), Iago Aspas, Maxi Gómez.
Gol: 44’ Brais Méndez, 49’ Okay, 51’ Maxi Gómez, 83’, 87’ Bacca.
Arbitro: Gil Manzano. Ha ammonito Cáseres, Álvaro González, Mario Gaspar, Yokuşlu, Maxi Gómez e Rubén Blanco.

About Mihai C. Vidroiu 538 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*