Espanyol-Villarreal 3-1: Con le pive nel sacco

Dopo questa sconfitta Calleja potrebbe essere esonerato nelle prossime ore

Calleja

Dopo più di dieci anni e mezzo l’Espanyol torna a battere il Villarreal di fronte al proprio pubblico (non succedeva dal gennaio 2008, quando i pericos giocavano a Montjuïc) e per Javi Calleja è probabilmente una sentenza definitiva. Soprattutto nel primo tempo si è visto il peggior Sottomarino giallo della stagione, probabilmente dell’intero anno solare. È alquanto difficile trovare le parole adatte a spiegare una sconfitta, ancor prima che nel risultato, a livello di gioco contro una squadra economicamente e tecnicamente inferiore.

Il nodo tattico della gara, come spesso è accaduto quest’anno, è lo schermo davanti alla difesa: senza Bruno e senza Rodri il Villarreal non è stato in grado di risolvere il crocevia tattico della sua manovra. Con Trigueros ampiamente fuori forma (ma ha subito due interventi chirurgici che gli hanno impedito di sottoporsi alla preparazione atletica estiva) e Funes Mori fuori ruolo il centrocampo non è stato in grado di garantire uno schermo efficiente davanti alla difesa.

Ogni volta che il trivote dell’Espanyol riusciva ad avere la superiorità in quella zona del campo e mettere un uomo e la palla alle spalle del frangiflutti dei castellonensi il muro difensivo si è disfatto. Uno dei due centrali era costretto a uscire lasciando l’uno contro uno a campo aperto e in velocità. Su questa falsariga i padroni di casa avrebbero potuto chiudere il primo tempo con un risultato tennistico e non aver rubato nulla.

Nella ripresa Calleja ha sistemato un po’ la fase di ripiegamento, ma l’Espanyol ha continuato a dominare nel gioco e nelle azioni. L’unica recriminazione è stato il gol mangiato da Gerard Moreno sul due a uno, comunque frutto di una giocata episodica e non di un gioco collettivo. La sensazione è che Calleja abbia le ore contate in panchina, sembra quasi impossibile che la dirigenza continui ad aver fiducia nel suo operato: se il suo Villarreal non aveva ancora subito gol in trasferta, oggi avrebbe potuto trasformarsi nella peggior difesa del campionato.

Tabellino:
Espanyol (4-3-3): Diego López; Javi López, Hermoso, David López, Dídac Vilà; Darder, Granero (65′ Melendo), Marc Roca; Hernan Pérez (73′ Piatti), Borja Iglesias (78′ Léo Baptistão), Sergio García. A disp.: Roberto, Óscar Duarte, Rosales, Víctor Sánchez. All. Rubi.
Villarreal (4-4-2): Asenjo 6; Miguelón 5,5 (81′ Raba n.g.), Álvaro González 4, V. Ruiz 4 (86′ Pedraza n.g.), Jaume Costa 5; Layún 5, Trigueros 4, Funes Mori 5, Fornals 5; Gerard Moreno 4, Toko Ekambi 6 (67′ Bacca n.g.). A disp.: A. Fernández, Iturra, Cazorla, Chukwueze. All. Javi Calleja.
Gol: 7′ Hernan Pérez, 45′ Toko Ekambi, 79′ Darder, 92′ Piatti.
Arbitro: De Burgos Bengoetxea. Ha ammonito David López, Miguelón, Hermoso, Funes Mori e Darder.

About Mihai C. Vidroiu 480 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*