Siviglia-Villarreal 0-0: Salvati dal palo

Su un campo in cui non si vince da oltre sei anni, arriva comunque un punto

Santy Caseres Siviglia

Il primo punto della stagione arriva dal Sánchez-Pizjuán, stadio notoriamente tra i più complicati della Primera División, ed è una buona notizia. Soprattutto considerando quanto il Villarreal soffra il Siviglia negli ultimi anni: lo ha battuto una sola volta nelle ultime tredici gare, e l’ultimo trionfo in Andalusia risale al lontano 2012. Stavolta è stato un palo a salvare il Sottomarino giallo, quello colpito da Ben Yedder al novantesimo, che ha ribadito la grande prestazione dei padroni di casa. Il Siviglia, sei vittorie su sei tra Europa League e campionato, ha disputato una buona prestazione, ma stavolta la difesa del Villarreal ha retto bene.

Rispetto alla gara d’esordio Calleja ha cambiato due undicesimi: Ruiz su Funes Mori in difesa e Trigueros su Morlanes a centrocampo, mentre Machín ha confermato la formazione della settimana scorsa. In campo il Villarreal ha dovuto vedersela contro una delle pochissime squadre di Liga che schiera un 3-4-3 e lo ha sofferto parecchio. Sulla sinistra Pedraza, le cui qualità difensive non sono all’altezza di quelle offensive, ha patito la catena Sarabia-Navas, mentre al centro Santy Cáseres ha dovuto spesso arretrare per coprire i due centrali, lasciando così il centrocampo in mano agli avversari. Con questi presupposti il Siviglia ha mantenuto il controllo della manovra e il Sottomarino giallo è stato costretto a serrare i ranghi e tentare di giocarsela in ripartenza.

Per sbloccare l’impasse tattico avrebbe avuto bisogno di un accorgimento a gara in corso, ma non è sembrato che Calleja avesse molte idee. Ha provato a inserire Jaume Costa per Fornals spostando Pedraza dieci metri più avanti, ma è cambiato poco. Comunque le sue occasioni per andare in vantaggio le ha avute, ma il Siviglia ne ha avute di più e più nitide. Adesso bisognerà pensare già alla prossima gara col Girona, prima della sosta per le nazionali, e sarà meglio sfruttare questo periodo in cui il tecnico madrileno avrà tempo per continuare a lavorare in allenamento. Una volta ricominciata la fase a gironi dell’Europa League di tempo per lavorare sulla tattica ce ne sarà sempre di meno.

Tabellino:
Siviglia (3-4-3): Vaclík; Mercado, Sergi Gómez, Kjær; Navas, Banega (63′ Gonalons), Roque Mesa, Escudero (83′ Ben Yedder); Sarabia, André Silva, F. Vázquez (63′ Aleix Vidal). A disp.: J. Soriano, Gnagnon, Arana, Muriel. All. Pablo Machín.
Villarreal (4-4-2): Asenjo 6,5; Mario Gaspar 6,5, V. Ruiz 6,5, Álvaro González 6, Pedraza 5,5; S. Cáseres 7, Cazorla 6,5 (79′ Raba n.g.), Trigueros 5, Fornals 6 (62′ Bacca n.g.); Gerard Moreno 6, Toko Ekambi 6,5 (61′ Jaume Costa n.g.). A disp.: A. Fernández, Funes Mori, Layún, Morlanes. All. Javi Calleja.
Arbitro: Undiano Mallenco. Ha ammonito Mario Gaspar, Mercado, Sarabia, Jaume Costa e Kjær.

About Mihai C. Vidroiu 480 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*