Castillejo sta per andarsene (al Milan)

Secondo Gianluca Di Marzio ieri è stata trovata l'intesa telefonicamente

Castillejo

Il Villarreal sta per cedere Castillejo e, nonostante il calciatore abbia una clausola risolutiva di circa trenta milioni di euro, accetterà indennizzi minori pur di lasciarlo partire. Per capire perché uno dei giocatori più talentuosi della rosa debba andarsene e perché la società sia disposta ad accettare una somma inferiore alla clausola bisogna avere un quadro completo della situazione. Innanzitutto bisogna considerare che Castillejo arrivò al Villarreal tre anni fa come uno dei giovani più promettenti del panorama spagnolo e, pur di accaparrasi le sue prestazioni, fu disposto ad accollarsi anche Samu García pagando l’intero pacchetto sedici milioni di euro. Una cifra importante all’epoca: considerando che il mercato non si era ancora inflazionato com’è avvenuto da Neymar in poi e che il Sottomarino giallo era tornato in massima serie solo un paio di anni prima, non aveva mai speso così tanti soldi per un’unica operazione (anche se a bilancio furono iscritti otto milioni di euro per giocatore).

Ma nonostante i buoni auspici Castillejo non è mai diventato un fuoriclasse assoluto. Pur essendo uno dei migliori elementi della rosa, si tratta di un calciatore discontinuo: fuoco e fiamme per un mese e desaparecido quello successivo. Ha molta classe, dribbling e un buon tiro, ma non va mai oltre quattro-cinque assist e cinque-sei reti a stagione; e, cosa ancor più determinante, non trascina la squadra sul campo. Tutte le sue partite migliori, quelle in cui ha risolto una gara da solo, sono arrivate contro avversarie di media o bassa fascia, non ha mai fatto la differenza contro una grande e ancor meno in Europa. D’altro canto le sue indubbie qualità tecniche fanno di lui un calciatore sempre molto richiesto sul mercato. Lo scorso anno il suo agente Manuel García Quilón si riunì con alcuni emissari del Napoli che volevano sondare il terreno, ma i partenopei non erano disposti a spendere i soldi della clausola.

D’altronde ad aprile lo stesso Quilón fece intendere che nei continui contatti tra Villarreal e Milan per Carlos Bacca era uscito il nome di un altro giocatore. In onda su Radio CRC Raffaele Auriemma aveva paventato il nome di Castillejo e il procuratore confermò che poteva essere proprio lui. Eppure non si era fatto più nulla. Perché il Villarreal pretendeva i trenta milioni della clausola e perché il Milan pretendeva quindici milioni per Bacca. Le conversazioni sono proseguite ma la fumata bianca non è mai arrivata. Nel frattempo però ci sono stati degli aggiornamenti. Prima di tutto il Villarreal ha tentato di rinnovare il contratto al calciatore che va in scadenza nel 2020: a due anni dalla scadenza qualsiasi club serio cerca di prolungare il contratto ai suoi uomini migliori e in caso contrario preferisce venderli avendo ancora un discreto margine di trattativa. In questo caso Castillejo ha fatto sapere di non avere alcuna intenzione di rinnovare: Napoli, Milan e Atlético Madrid hanno fatto sapere al suo agente che altrove avrebbe ingaggi ben superiori a quelli offerti dal Sottomarino giallo.

Da qui in poi il Villarreal ha deciso di abbassare le pretese. Non venderlo quest’estate significherebbe doverlo cederlo a metà prezzo fra un anno: tanto vale farlo adesso e guadagnarci qualcosa in più. I primi a capirlo sono stati gli emissari del Siviglia che a inizio agosto sono stati a un passo dal suo acquisto. Il 4 agosto Castillejo non è stato convocato per la trasferta di Wolverhampton e al rientro in Spagna ha saltato l’allenamento e ha preparato la valigia. La trattativa-lampo tra Villarreal e Siviglia stava per chiudersi nel giro di pochi giorni: venti milioni di base più una serie di bonus al raggiungimento di determinati obiettivi. Alla fine è saltato tutto e nessuno ha ben capito il perché; l’unica cosa certa è che è stato il Siviglia a frenare. Secondo Mundo Deportivo il presidente avrebbe cambiato idea dopo una sollevazione di massa sui social network da parte dei tifosi che avevano capito come l’acquisto di Castillejo avrebbe coinciso con la cessione di Sarabia, un giocatore ritenuto fondamentale in Andalusia. Adesso si è affacciato il Milan e, secondo quanto riferito da Gianluca Di Marzio ieri sera, l’accordo è a un passo dall’ufficialità. Dei dettagli economici parleremo a operazione conclusa.

About Mihai C. Vidroiu 490 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*