Angers-Villarreal 0-0: Senza infamia né lode

Finalmente porta inviolata, mentre Enes Unal si è fatto fermare dalla traversa

Fonte foto: villarrealcf.es

Contro l’Angers arriva il quarto pareggio del pre-campionato estivo di Javi Calleja, interrotto solo dalla vittoria a Hillsborough di qualche giorno fa. Se è vero che in amichevole il risultato conta il giusto, bisogna anche sottolineare che sul piano del gioco il Sottomarino giallo non sta costruendo molto, sebbene la difesa stia funzionando alquanto bene. Dopo la notizia dell’infortunio di Bonera, che dovrà stare fermo un mese, Calleja ha pensato di provare Mario Gaspar al centro, dove ha già giocato già dai tempi di Marcelino, anche perché a destra Miguelón sta facendo bene e ci sarebbe anche Layún, che invece sta continuando a giocare mezzala. Anche stavolta con il 4-4-2 a rombo nell’ultima amichevole su suolo francese.

Il suo Sottomarino giallo ha tenuto il controllo della sfera, ma con Alfred N’Diaye in cabina di regia (e che invece è un mediano di contenimento) ha riscontrato le solite difficoltà in fase di costruzione. Morlanes non ha ancora la personalità di sobbarcarsi il peso della manovra, e perciò Cazorla ha dovuto agire da trequartista ma ha dovuto continuamente abbassare il baricentro per creare qualcosa. Di fatto per un’ora di gioco il Villarreal non è mai entrato nell’area avversaria palla al piede, e l’unica vera occasione l’ha avuta all’ultimo minuto del primo tempo con la traversa di Enes Ünal su un bell’assist di Cazorla.

Qualche variazione tattica si è avuta con l’ondata di sostituzioni, a proposito Cazorla ha giocato un’ora consecutiva. Calleja ha provato per la prima volta in assoluto il 3-5-2 con Álvaro, Ruiz e Funes Mori dietro, Pedraza e Mario Gaspar sulle fasce e il centrocampo affollato di palleggiatori con Santy Cáseres, Castillejo e Fornals, mentre l’ultima novità è stato l’esperimento di Nahuel Leiva in attacco al fianco di Gerard Moreno. Nonostante la qualità dei singoli, vedasi Castillejo che sembra già in ritmo partita, la manovra non è fluida come ci si sarebbe aspettato. Nonostante la qualità dei singoli, vedasi Castillejo che sembra già in ritmo partita, la manovra non è fluida come ci si aspetterebbe. A fine gara, oltre alla soddisfazione della prima amichevole senza aver subito gol, spiccano le assenze di Adrián Marín e Sansone, a cui Calleja non ha concesso neanche un minuto (Raba dovrebbe tornare disponibile a breve). Prossima tappa: sabato sera il Wolverhampton al Molineax.

Tabellino:
Angers (4-4-2): Butelle (77′ Michel); Bamba (77′ Andreu), Traoré (77′ Pavlović), Thomas (77′ I. Cissé), Manceau (77′ Aït Nouri); Santamaría (61′ Pajot), Mangani (77′ Doré), Capelle (61′ Reine-Adélaïde), Fulgini (77′ Ketkeophomphone); Tait (61′ Manzala), Bahoken (77′ Kanga). All. Stéphane Moulin.
Villarreal (4-4-2): A. Fernández; Miguelón (61′ Funes Mori), Mario Gaspar, V. Ruiz, Jaume Costa (61′ Pedraza); A. N’ Diaye (61′ S. Cáseres), Layún (61′ Castillejo), Morlanes (61′ Álvaro González), Cazorla (61′ Fornals); Toko Ekambi (61′ Gerard Moreno), Enes Ünal (61′ Nahuel Leiva). All. Javi Calleja.
Arbitro: William Lavis (FRA).

About Mihai C. Vidroiu 500 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*