Rubén Semedo in prestito all’Huesca!

Il portoghese andrà in prestito gratuito e senza diritti di riscatto

Rubén Semedo Huesca

Lo scorso giovedì 19 luglio, a soli sei giorni dalla sua scarcerazione, Rubén Semedo è stato ceduto in prestito secco all’Huesca per la prossima stagione. Il difensore portoghese, acquistato la scorsa estate per quattordici milioni di euro, ha trascorso ben centoquarantuno giorni in carcere come misura cautelare per una lunga serie di capi d’imputazione che vanno dal sequestro di persona fino al tentato omicidio. L’Huesca, neo-promosso in massima serie per la prima volta nella sua storia, è riuscito ad accaparrarsi le sue prestazioni per un anno; nel contratto non è previsto alcun tipo di diritto di riscatto. L’idea del Villarreal è che il giocatore ritrovi continuità e serenità lontano dalla Comunidad Valenziana, e che possa poi tornare a casa madre con maggiore maturità ed esperienza.

Presentato alla stampa venerdì scorso Rubén Semedo si è rifiutato di rispondere a qualsiasi domanda relativa alle sue vicende giudiziarie. Ma nel fine-settimana è stata particolarmente interessante l’intervista rilasciata dal direttore sportivo del club Emilio Vega alla trasmissione sportiva El Larguero. Oltre ad aver dichiarato che la sua condizione fisica è ottimale (anche perché all’interno del penitenziario di Picassent si sarebbe potuto allenare in palestra e avrebbe disputato anche delle partitelle), il dirigente dell’Huesca ha spiegato che il Villarreal si è sobbarcato buona parte dello stipendio del calciatore. Al momento del suo arrivo dal Portogallo infatti, Rubén Semedo fu presentato come un acquisto stellare e il suo salario è probabilmente tra i più importanti nella rosa. Parliamo di cifre intorno ai due milioni di euro, forse qualcosa di più. Cifre insostenibili per una squadra neo-promossa. Probabilmente il Villarreal contribuirà con una somma vicina al milione e mezzo di euro, magari qualcosa in meno.

Tra le altre dichiarazioni di Emilio Vega si è parlato della possibilità che sia stata inserita una clausola legata al procedimento legale in corso, anche se il dirigente dell’Huesca non ha ammesso esplicitamente nulla al riguardo. Mentre è stato ribadito senza alcuna ombra di dubbio che non esistono clausole “extra-sportive”, vale a dire che Semedo dovrà rispettare il regolamento dello spogliatoio come tutti i suoi compagni, ma non avrà alcuna restrizione disciplinare circa il suo comportamento al di fuori dell’orario di lavoro. Adesso dovrà dimostrare sul campo se questa brutta storia abbia pregiudicato la sua concentrazione o se sia già pronto a prendersi la sua rivincita sul terreno di gioco.

About Mihai C. Vidroiu 479 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*