Villarreal-Leganés 2-1: Rimonta sventata!

Dopo il 2-0 il Villarreal ha rischiato di farsi rimontare un'altra volta

Leganés

Ce l’ha messa tutta per farsi rimontare di nuovo, ma stavolta il Villarreal ha raccolto i tre punti dopo essere andata in doppio vantaggio, aversi fatto segnare e aver sofferto fino all’ultimo secondo. Nel primo tempo è andato a segno Ruiz, nella ripresa il solito Bacca e nel finale è arrivato il gol della bandiera di Brašanac. La vittoria mancava da un mese, cioè dal trionfo contro l’Atlético Madrid del 18 marzo scorso, da allora appena un punto su nove disponibili e il sorpasso subito ad opera del Betis, che giovedì ospiterà il Las Palmas per cerca di allungare sul Submarino amarillo tornato a un punto. Intanto il Siviglia ha pareggiato a La Coruña e perciò è tornato a tre distanze, ma questo fine settimana disputerà la finale di Copa del Rey contro il Barcellona e quindi si saprà se il settimo posto sarà valido per l’Europa League o meno. Per lo stesso motivo la gara contro il Barça è stata rinviata alla seconda settimana di maggio.

Rispetto alla trasferta di Siviglia Javi Calleja ha cambiato pochissimo: riconfermato il 4-2-3-1, ha aggiustato solo la difesa. Recuperato Álvaro González, Mario Gaspar è tornato a destra mentre Rukavina è stato preferito ad Adrián Marín a sinistra, al posto dello squalificato Jaume Costa. E contro una formazione che arriva da quattro sconfitte esterne consecutive è il Sottomarino giallo a dettar legge. La supremazia territoriale è assoluta, ma superare il muro difensivo è tutt’altra storia. Serve la zampata di Ruiz su calcio d’angolo. Ed è una notizia considerando che il Villarreal è la penultima squadra della Liga per reti da palla inattiva con appena quattro centri (comanda il Las Palmas ancora fermo a uno).

Così Asier Garitano tenta di rinforzare il reparto offensivo inserendo un’altra punta, Miguel Ángel Guerrero, al posto dell’incontrista Rubén Pérez, ma serve a poco. Appena il Leganés tenta di alzare il baricentro, gli spazi si aprono e il Villarreal in ripartenza può fare molto male. Nonostante la rilevante mole di palle sprecate arriva il raddoppio di Bacca che, dopo aver fallito opportunità più semplici, ancora una volta la risolve con un bel tiro d’esterno destro. E con il doppio vantaggio molla la presa, rifiata e gioca con il cronometro. Per l’ultima decina di minuti Calleja, dopo aver inserito il redivivo Roger Martínez, fa alzare anche Enes Ünal dalla panchina. Ma il turno è sfortunato: il Leganés sfrutta un calo di attenzione per accorciare le distanze, e il tecnico amarillo invita Ünal a sedersi per far scaldare Javi Fuego. Il Leganés cresce nel finale, ma stavolta il Sottomarino giallo ha retto fino alla fine.

Tabellino:
Villarreal (4-2-3-1): Asenjo 6; Mario Gaspar 6, V. Ruiz 7, Álvaro González 6,5, Rukavina 6; Rodri 6,5, Trigueros 6; Castillejo 6, Raba 6,5 (80’ Roger Martínez n.g.), Chéryshev 6 (68’ Sansone n.g.); Bacca 6,5 (88’ Javi Fuego n.g.). A disp.: Andrés Fernández, Pau Torres, Adrián Marín, Enes Ünal. All. Javi Calleja.
Leganés (4-4-2): Cuéllar; Tito, Mauro dos Santos, Muñoz, Raúl García; Rubén Pérez (52’ M. A. Guerrero), Gumbau, Brašanac, Gabriel Pires (62’ Javi Eraso); Naranjo (68’ S. Arribas), Beauvue. A disp.: Champagne, Siovas, Zaldúa, Bustinza. All. Asie Garitano.
Gol: 42’ V. Ruiz, 55’ Bacca, 82’ Brašanac.
Arbitro: Trujillo Suárez. Ha ammonito Gabriel Pires e Trigueros.

About Mihai C. Vidroiu 419 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*