Bacca: «Resterò sicuramente al Villarreal»

Tutto quel che c'è da sapere sulla trattativa tra il Milan e il Villarreal

Bacca

Lo scorso mese una serie di notizie circa la trattativa tra Villarreal e Milan per il riscatto di Carlos Bacca hanno inondato la rete. Secondo la stampa, anche quella cartacea, il Sottomarino giallo avrebbe rinunciato alle prestazioni dell’attaccante colombiano dopo una richiesta di sconto prontamente rifiutata dal club rossonero. Molti mass media hanno riportato la notizia adducendo inoltre come controprova lo scorso rendimento attuale della punta sudamericana. Cosa c’è di vero? Il Villareal ha veramente dirottato la propria attenzione su altri giocatori? Incominciamo dall’inizio. La dirigenza amarilla ha iniziato a intavolare una trattativa già da gennaio, quando Bacca stava attraversando un ottimo momento di forma e in seguito alla cessione di Bakambu è diventato il principale cardine offensivo del Submarino amarillo. Nell’accordo vigente siglato la scorsa estate il Villarreal gode di un diritto di riscatto fissato a 15,5 milioni di euro, che aggiunti a 2,5 stanziati per il prestito oneroso farebbero levitare il costo dell’operazione a diciotto milioni complessivi. Considerando che Carlos Bacca compirà trentadue anni a settembre il Sottomarino giallo non ritiene conveniente investire una cifra così alta per un giocatore il cui rendimento potrebbe flettersi da un momento all’altro. A maggior ragione vedendo che nel girone di ritorno le sue prestazioni sono state alquanto discutibili.

Perciò si sta cercando una via di mezzo tra la somma pattuita nel contratto e quella che avrebbe intenzione di spendere la società castellonense. Parlando in soldoni è plausibile pensare che il Villarreal sia partito da una base di otto milioni di euro, mentre il Milan non sia disposto a scendere sotto ai tredici, visto che lo aveva acquistato per trenta e vorrebbe recuperarne una percentuale più alta possibile. Di certo c’è che il giocatore non rientra più nei piani del club rossonero e c’è l’intenzione da entrambe le parti di trovare un accordo. Tra le altre certezze bisogna risalire alle dichiarazioni rilasciate dal suo agente Sergio Barila. Lo scorso 8 febbraio ha detto a milannews.it che «Carlos è molto felice qui in Spagna, si è adattato alla filosofia del club» e quindi «proveremo a trovare la soluzione migliore per tutti». Poi è tornato a parlare il 13 marzo sulle pagine di calciomercato.com dicendo che «È ancora presto per parlare in maniera definitiva del futuro. I dirigenti sono molto contenti di lui, se ci fosse una possibilità di rimanere la coglierebbe senza dubbio. Nel mercato di gennaio diversi club lo hanno richiesto, ma lui sta bene in Spagna. Devo sedermi con il Milan per capire cosa è meglio per tutte le parti interessate, io devo fare gli interessi del mio giocatore». Nonostante ciò dopo circa una settimana si è parlato di interruzione della trattativa.

Probabilmente quell’eco potrebbe esser stata semplicemente un incontro tra gli emissari delle due società in cui non si è trovato un accordo definitivo e durante il quale, a differenza del passato, non si è preso appuntamento per un successivo meeting. Cose che nel mondo del calciomercato accadono. Il Villarreal potrebbe aver preso tempo per dimostrare che è disposto a rinunciare al giocatore se il Milan non abbassasse le proprie pretese, ma potrebbe tornare alla carica con una nuova proposta in qualsiasi momento. D’altra parte il club rossonero potrebbe stare cercando di tirare la corda il più possibile per raggranellare qualche milioncino in più, facendo leva sulla speranza che Bacca torni a segnare nell’ultimo segmento di Liga. Ma di certo c’è un’altra cosa. Le dichiarazioni del giocatore stesso, intervistato in Colombia durante la pausa per le nazionali, a cui è stato chiesto circa il tam tam di notizie sul suo addio al Sottomarino giallo: «sono cose tirate fuori dalla stampa, è tutta una bugia, la realtà è un’altra! Presto si saprà tutto, io sono tranquillo, sto molto bene al Villarreal e sicuramente resterò lì per molti anni». E quando l’inviata gli ha chiesto se quindi continuerà a giocare in Spagna, Bacca ha sorriso rispondendo con un «sicuramente si!». Che ognuno tragga le proprie conclusioni.

About Mihai C. Vidroiu 394 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*