Il Villarreal ha riscattato Roger Martínez

Era arrivato a gennaio in prestito con un diritto di riscatto a 14 milioni di euro

Roger Martinez

Ieri è rimbalzata in rete una notizia che ha spiazzato, e per molti versi affranto, gran parte della tifoseria del Villarreal: come riportato da Javi Mata sul portale spagnolo AS, il club avrebbe esercitato il riscatto della punta colombiana Roger Martínez. Secondo quanto riportato dal giornalista locale nel contratto di prestito con il Jiangsu Suning non ci sarebbe stata un diritto di riscatto, ma un riscatto obbligatorio vero e proprio, tanto che il giocatore era già a conoscenza del fatto che sarebbe rimasto in Spagna a lungo termine. Considerando che la rete si è semplicemente limitata a riportare la notizia, l’unica altra fonte indipendente che ha riportato il fatto è stato il quotidiano locale El Periodico Mediterráneo. Sulle pagine del giornale Raül Badenes avrebbe invece specificato che si trattava di diritto di riscatto (l’unica fonte ufficiale, quindi il comunicato ufficiale emesso dal Villarreal al momento del suo acquisto parla di «opción de compra», cioè diritto di riscatto), ma che al compimento di condizioni facilmente raggiungibili il diritto si sarebbe trasformato in obbligo. Questa sembrerebbe la versione più ragionevole. Ma comunque stiano le cose la questione è che Roger Martínez sarà uno dei quattro attaccanti del Sottomarino giallo per la prossima stagione.

Il malcontento generale deriva principalmente da due questioni. La prima è l’entità della cifra versata nelle casse del club cinese: a gennaio tutti i mass media concordavano sui quattordici milioni di euro. Per onor di cronaca bisogna sottolineare come Javi Mata, il giornalista che ha riportato la notizia del riscatto, ieri ha confermato sulla radio locale che non è in possesso di nessun dato, ufficiale o ufficioso, circa l’ammontare della somma pattuita. Questo significa che le speranze di averlo pagato meno sono poche ma ancora sopravvivono (Javi Mata è il principale referente tra il Villarreal e il mondo della stampa, ossia uno dei pochi a procurarsi informazioni di prima mano direttamente dalla società e certamente quello che lo fa da più anni nella Plana Baixa). Se questa cifra fosse confermata sarebbe quanto meno un investimento importante. Si ricordi che il Submarino amarillo non ha mai pagato un calciatore più di quindici milioni di euro. Il secondo punto è lo scarso rendimento dell’attaccante sudamericano. I suoi numeri parlano in sua vece: sei presenze, cinque in Liga e una in Copa del Rey, per un totale di 192 minuti in campo, zero assist e zero gol. Ma soprattutto nelle due occasioni in cui è partito titolare non è sembrato in condizione. Ma è sicuramente determinante il fatto che a causa della pausa invernale del campionato cinese non giocasse da quasi due mesi e quindi ha saltato la preparazione atletica che sarebbe iniziata quando è stato acquistato dal Villarreal.

A posteriori viene da pensare che se Javi Calleja fosse già a conoscenza del fatto che Roger Martínez sarebbe stato preso come un investimento a lungo termine e non come un prestito lampo per giocarsi le sue carte in pochi mesi, allora il suo dosaggio potrebbe avere un senso logico. Di fatto è stato schierato nell’undici iniziale solo contro l’Alavés e l’Eibar, beneficiando del calo di forma di Bacca e di lievi fastidi muscolari di Enes Ünal. Evidentemente il club puntava sulla punta turca e sul ritorno di Sansone per sopperire all’assenza di Bakambu, sperando che a partire dal prossimo anno Roger Martínez potesse tornare a pieno ritmo partita. D’altronde il colombiano ha un fisico portentoso e delle potenzialità enormi, ma come tutti i centravanti di peso ha bisogno di più tempo degli altri per entrare in forma. Come sempre sarà il tempo a fornire delle risposte conclusive. Si pensi che pochi mesi fa Enes Ünal era considerato uno dei peggiori acquisti degli ultimi anni e non era stato in grado di fare la differenza neanche nel modesto Levante, mentre adesso è sulla bocca di mezza Spagna. Tempo al tempo.

About Mihai C. Vidroiu 450 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*