Il Villarreal B è a un passo dai play-off

Il MiniSubmarino è ancora secondo in Segunda B e sogna la promozione

Dani Raba

Questo fine settimana, nonostante la sosta della Liga, nella Plaba Baixa c’è stata ancora voglia di calcio: il Villarreal B di Miguel Álvarez sta continuando la sua marcia verso i play-off. Dal suo arrivo sulla panchina, in concomitanza con il passaggio di Javi Calleja in prima squadra, i ragazzi groguet hanno mantenuto un rendimento alto perdendo appena due partite in cinque mesi e rimanendo sulla scia del Mallorca. La capolista sta ancora beneficiando di una partenza al cardiopalmo: dopo appena quindici turni avevano già accumulato tredici punti di vantaggio sul Villarreal B secondo (ora ridotti a sette). Nello scontro diretto di poche settimane fa il MiniSubmarino non è riuscito a sfruttare il fattore campo né lo scarso periodo di forma degli isolani per accorciare le distanze. Ma considerando che le prime quattro classificate si qualificheranno per i play-off (senza promozioni dirette) è stata fondamentale la vittoria di sabato scorso contro il Lleida quinto in classifica. Nonostante il Villarreal sia rimasto in inferiorità numerica a inizio secondo tempo è arrivata un’importantissima rete di Chuca che ha permesso di allungare il divario tra patrizi e plebei. Adesso la quinta piazza, occupata dal Cornellà, dista cinque punti a sette turni dalla fine: un vantaggio cospicuo.

Parlando di protagonisti Miguel Álvarez, oltre a dover rinunciare spesso e volentieri a Daniel Raba, puntualmente convocato da Javi Calleja con gli adulti, ha dovuto dire addio ad un altro dei suoi giocatori chiave. Lo scorso 7 marzo il regista Ramiro Guerra si è sottoposto a un’artroscopia alla gamba destra a causa di una fastidiosa borsite e perciò per quest’anno ha già appeso gli scarpini: non sarà disponibile nemmeno in ottica play-off. Al suo posto dovrà aumentare il minutaggio Manu Morlanes, appena convocato dalla selezione spagnola under-19, e considerato uno dei migliori prospetti della cantera da anni. Ma la vera rivelazione della stagione è Adrià Dalmau, punta di ventiquattro anni arrivata quest’estate dopo esser già stato capocannoniere del gruppo III di Segunda División B due anni fa. Con le sue nove reti messe a segno è il miglior marcatore groguet per distacco: sta facendo meglio sia di Mario González che di Darío Poveda, entrambi intravisti in prima squadra.

Intanto nel gruppo VI di Tercera División il Villarreal C di Pere Martí vivacchia a centro classifica: l’attuale ottavo posto è praticamente terra di nessuno, troppo lontano dai primi posti ma serenamente distante dalla lotta per la retrocessione. Tra i giocatori che si stanno mettendo più in vista bisogna segnalare Dani Villa, autore di quattordici gol finora. E invece sta andando notevolmente meglio la campagna nella Premier League International Cup, torneo under-23 a inviti a cui il Villarreal partecipa stabilmente dalla sua creazione. La “nazionale grogueta”, allenata da Miguel Álvarez, ha dominato il girone eliminatorio vincendo tutte e tre le gare contro Benfica (3-2), West Ham (3-0 con tripletta di Dalmau) e Tottenham (2-0). Nei quarti di finale è caduto anche il Manchester United grazie alla reti di Dalmau, ancora lui, e Pedrito, mentre la semifinale vedrà un’altra squadra inglese: l’Arsenal. Il sogno è quello di alzare la coppa, già vinta due anni fa sotto la guida di Paco López, oggi allenatore del Levante, e dei gol di Léo Suárez e Fran Sol, attuale capocannoniere della Eredivisie.

About Mihai C. Vidroiu 394 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*