Villarreal-Atlético Madrid 2-1: GODURIA PURA! ÜNAL RIBALTA TUTTO IN 9 MINUTI!

L'Atleti segna su un rigore inventato, il Villarreal domina e rimonta nel finale!

Enes Unal Atlético Madrid

Il Villarreal trionfa in rimonta una partita pazzesca, caratterizzata da una pessima conduzione di gara da parte di Fernández Borbálan, che inventa un rigore invece di sventolare il secondo cartellino giallo a Griezmann dopo venti minuti e continua a fare errori su errori. Ma nonostante l’Atlético Madrid si sia ritrovato nella posizione perfetta per difendere e chiudere la gara in contropiede, la squadra di Javi Calleja ha saputo dominare uno degli avversari più forti di Spagna, mantenendo la pazienza e vincendo negli ultimi minuti grazie a una doppietta del subentrato Enes Ünal. Per capire la dimensioni di questo successo (e comunque nel modo in cui è arrivato) basti pensare che i colchoneros avevano perso solo due volte in ventotto giornate di Liga, nelle quali avevano subito appena dodici gol: in pratica la miglior difesa d’Europa.

La svolta della gara è avvenuta dopo diciassette minuti di gara in cui i padroni di casa stavano mantenendo egregiamente le redini dell’incontro. Un presunto contatto tra Jaume Costa e Griezmann viene trasformato in un calcio di rigore dal direttore di gara, ma in televisione i replay parlano chiaro: è un chiarissimo caso di tuffo olimpionico. La rabbia non è tanto l’ingiusto tiro dal dischetto, ma ancor di più la beffa per il fatto che la punta francese era già stata ammonita e avrebbe meritato il secondo giallo per simulazione. E invece pochi minuti dopo ha trasformato il calcio di rigore che ha reso la trasferta dell’Atlético Madrid in discesa. Rete in qualche modo storica visto che si tratta della prima segnata da Griezmann contro il Sottomarino giallo in tutta la sua carriera: in tredici precedenti era sempre rimasto a secco, gli ci sono volute quattordici ore e mezza di gioco per gonfiare la rete contro il Villarreal.

Il Sottomarino giallo ha comunque reagito con personalità. La squadra di Javi Calleja è rimasta molto corta: non più di venti-veinticinque metri in fase di non possesso, inducendo spesso e volentieri a mandare in fuorigioco gli attaccanti colchoneros. E una volta tornato in possesso di palla il Submarino amarillo ha provato a sfruttare la superiorità sulle fasce, dove gli ospiti hanno schierato esterni con scarse doti difensive e in retroguardia si sono ritrovati orfani di Filipe Luís sulla sinistra, mentre a destra Vrsaljko è tutto fuorché un difensore. La squadra di Simeone spaventa solo con una fiammata con cui Koke colpisce il palo in mezzo a un costante dominio territoriale dei padroni di casa (che chiuderanno con oltre il 62% di possesso). Ma la mossa vincente, quella che decide la partita la cala Calleja azzeccando i cambi: entrano Sansone, ma soprattutto Enes Ünal e Castillejo.

A dieci minuti dalla fine è proprio il turco a pareggiare i conti con un colpo di testa sul cross di Álvaro González. Sembra il gol della giustizia, della liberazione, per un Sottomarino che ha saputo giocarsela alla pari e con grande personalità contro un avversario così ostico. Ma sarà solo il preambolo della doppietta, sancita nel recupero su assist di Bonera, che farà esplodere l’Estadio de la Cerámica per un trionfo cercato e meritato. In sette anni alla guida dell’Atlético Madrid Simeone aveva perso solamente sei volte in trasferta dopo essere andato in vantaggio. Errata corrige: sette. Ma evidentemente il Villarreal è la sua bestia nera: da quando siede su questa panchina ha perso cinque volte contro il Sottomarino giallo, e lo ha battuto solo quattro. Di fatto il Villareal è l’unica spagnola, assieme alle due superpotenze Barcellona e Real Madrid, ad avere un saldo positivo contro l’Atleti di Simeone. Questo successo però è d’oro: cancella i due mesi neri di Calleja con una vittoria prestigiosa che ridà morale all’ambiente prima della lunga sosta per le nazionali.

Il contatto che convinto l’arbitro a dare il rigore.

Tabellino:
Villarreal (4-4-2): Asenjo 6; Mario Gaspar 6,5, Álvaro González 7, Bonera 7, Jaume Costa 6,5; Rodri 6, Trigueros 6,5, R. Soriano 6,5 (63’ Sansone 5,5), Fornals 5,5 (74’ Enes Ünal 8,5); Raba 6,5 (78’ Castillejo 7), Bacca 6. A disp.: Barbosa, V. Ruiz, Rukavina, Javi Fuego. All. Javi Calleja.
Atlético Madrid (4-4-2): Oblak; Vrsaljko, José Giménez, Godín, Lucas Hernández; Ángel Correa (71’ Vitolo), Thomas, Saúl Ñíguez, Koke (85’ F. Torres); Griezmann (81’ Gabi), Diego Costa. A disp.: Werner, Savić, Sergio González, Gameiro. All. Diego Simeone.
Gol: 20’rig. Griezmann, 82’, 91’ Enes Ünal.
Arbitro: Fernández Borbálan. Ha ammonito Fornals. Griezmann, Álvaro González, José Giménez, Rodri, Bacca, Diego Costa e Sansone; e ha espulso Vitolo al 93’.

About Mihai C. Vidroiu 424 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*