Missione rimonta: tutti i numeri sul Lione

Ecco i numeri da sapere per il ritorno dei sedicesimi di Europa League

Lione

Archiviato l’amaro pareggio contro l’Espanyol e la splendida punizione di Granero – la seconda incassata da Asenjo in 177 gare e 203 reti incassate in Liga – la testa adesso è completamente assorbita dal ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League. E non c’è da nascondersi: sarà un’impresa riuscire a ribaltare il risultato dell’andata, e non solo per l’indiscusso valore dell’Olmpique Lione, semifinalista durante la passata stagione, ma anche per quello che dicono i numeri. Tanto per incominciare il Villarreal dovrebbe vincere per due reti a zero, ma non è riuscito a mantenere la porta inviolata nelle ultime otto gare europee interne (l’ultima volta fu nella semifinale d’andata 2015/16 contro il Liverpool) e nemmeno nelle ultime sette gare stagionali (ha sempre subito almeno un gol dal 30 novembre in poi quando fu superata la Ponferradina in Copa del Rey). In pratica l’unica volta che il Sottomarino giallo è riuscito a recuperare una sconfitta di due gol nella gara d’andata è stato nell’Intertoto 2002 contro il Torino, quando al Madrigal vinse con lo stesso risultato e si aggiudicò la qualificazione ai tiri di rigore.

Dal punto di vista del Lione le statistiche sembrano ancora più sconfortanti. I francesi, tutte le volte che hanno vinto la gara d’andata in una competizione europea, sono poi riusciti a qualificarsi in diciassette occasioni su venti tentativi. E quando ha vinto per tre a uno è sempre riuscito a passare il turno. Questo non significa che sia impossibile, ma spesso e volentieri le statistiche indicano la difficoltà di determinate situazioni. Fra i pochi numeri incoraggianti c’è che il Villarreal, dopo aver perso la gara di andata, ha poi vinto cinque volte su sei nella partita di ritorno ma queste hanno coinciso solo con tre qualificazioni. Ad esempio l’anno scorso la vittoria all’Olimpico di Roma fu inutile ai fini del passaggio agli ottavi di finale. Mentre il Lione ha subito almeno una rete nelle sue ultime sette trasferte europee (ma ha perso solo quattro di queste), e nelle sue diciassette trasferte in Europa nella sola fase a eliminazione diretta ha saputo raccogliere appena una vittoria, tre pareggi e ben tredici sconfitte.

Insomma ci sono i presupposti per poter ambire a vincere l’incontro, ma sarà di fondamentale importanza blindare la difesa per poter alimentare qualche speranza fino all’ultimo minuto. Per farlo Javi Calleja dovrà modificare qualcosa rispetto alla gara di Lione dove i due centrali hanno sofferto moltissimo le scorribande di Mariano Díaz prima e quelle di Depay nel secondo tempo. Il tecnico madrileno ha rivisto più volte il video della gara d’andata assieme ai suoi collaboratori e già al termine del match in Francia avvisò che «chi non crede nella rimonta non giocherà». Staremo a vedere cos’ha in mente per ribaltare la situazione. Intanto questa settimana si sono rivisti in campo, seppur per brevi tratti e con lavoro differenziato, i lungodegenti Bruno Soriano e Nicola Sansone. Almeno per quest’ultimo la fase di convalescenza dovrebbe essere nel rettilineo finale. Comunque sicuramente nessuno di loro sarà disponibile per giovedì sera.

About Mihai C. Vidroiu 479 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*