Celta-Villarreal 0-1: Tre punti per un pelo!

Il primo gol in amarillo di Fornals regala i tre punti al Sottomarino giallo

Fornals Celta Vigo

Capita raramente, ma dovrà pur capitare ogni tanto: questa domenica il Villarreal ha giocato malissimo ma ha ottenuto i tre punti. E forse anche in questo piccolo dettaglio si può notare la differenza tra Javi Calleja e il suo predecessore Fran Escribá. Grazie alla prima rete in amarillo di Pablo Fornals il Sottomarino giallo interrompe la terribile striscia di tre sconfitte consecutive in campionato (l’ultima volta era successo nel 2011/12, l’anno della retrocessione) e può confermare la sesta posizione in Liga. Ma in campo si è visto solo il Celta Vigo, in grado di colpire anche un palo e di mangiarsi la più nitida delle occasioni al novantaquattresimo. Ma alla fine, come sempre, conta solo il risultato e dopo aver raccolto appena un punto nelle ultime quattro giornate, il Villareal è tornato a ridere.

Avendo dovuto fare a meno degli qualificati Raba e Bakambu, il tecnico amarillo ha ridisegnato la squadra con un 4-2-3-1, schierando Castillejo e Roberto Soriano ali e Fornals trequartista centrale alle spalle di Bacca. Con questa nuova configurazione la squadra ha faticato a gestire la partita e per alcuni tratti è parso di rivedere le dinamiche di due settimane fa a Leganés. Ma alla mezzora di gioco arriva la rete che deciderà la partita. Bacca trova un cross per Fornals che, accorrendo dalle retrovie, si ritrova solo in area e può tuffarsi di testa. Non può essere un caso se il Celta Vigo è la peggior difesa aerea di Spagna: ha subito un terzo dei gol di testa (otto dei ventiquattro incassati). Ed è anche la seconda peggior difesa di Liga nel primo tempo: quello di Fornals è il tredicesimo gol subito nella prima parte.

Nella ripresa sono sempre i padroni di casa ad amministrare la sfera e cercare di imbastire qualcosa. Il muro amarillo però reggerò fino alla fine, soprattutto grazie a un modulo facilmente ripiegato in un 4-5-1 puro e a un Asenjo in grande spolvero. La sua parata di piede su Emre Mor si trasforma in un legno provvidenziale. E nel finale è Sergi Gómez che ha la grande possibilità di trovare il pareggio a quattordici secondi dalla fine, ma a porta vuota non riesce a inquadrare lo specchio di porta. Il Villarreal può tirare un sospiro di sollievo. Da un punto di vista di gioco collettivo la squadra è a anni-luce da quello che si era visto fino al mese scorso, appare molto affaticata e la speranza è che con la pausa si possa lavorare di più. Intanto adesso ci sarà il Valencia di Marcelino.

Tabellino:
Celta Vigo (4-3-3): Rubén Blanco; Wass, Cabral, Sergi Gómez, Jonny Castro; Lobotka, Tucu Hernández, Jozabed (73’ Radoja); Brais Méndez (46’ Emre Mor), Maxi Gómez, Sisto (73’ Guidetti). A disp.: Sergio Álvarez, Fontàs, Roncaglia, Hjulsager. All. Juan Carlos Unzué.
Villarreal (4-2-3-1): Asenjo 6,5; Mario Gaspar 5,5, Álvaro González 6, Víctor Ruiz 6 Jaume Costa 5,5; Rodrigo 6, Trigueros 6; Castillejo 5,5 (69’ Chéryshev n.g.), Fornals 6, Roberto Soriano 5 (77’ Ramiro Guerra n.g.); Carlos Bacca 6,5 (87’ Mario González n.g.). A disp.: Barbosa, Pau Torres, Rukavina, Chuca. All. Javi Calleja.
Gol: 34’ Fornals.
Arbitro: Estrada Fernández. Ha ammonito Fornals, Jaume Costa, Trigueros e Jonny Castro.

About Mihai C. Vidroiu 480 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*