Slavia Praga-Villarreal 0-2: Alla grande!

Adesso comanda il gruppo A con un punto sull'Astana e tre sullo Slavia Praga

Bacca Slavia Praga

Dopo il pari in Spagna il Villarreal si è preso i tre punti contro lo Slavia Praga all’Eden Aréna, confermando la grande tradizione vincente contro le squadre ceche (in nove scontri diretti questa è stata la sesta vittoria, a fronte di nessuna sconfitta). La squadra di Calleja ha disputato una gara molto solida, dopo la rete di Bacca ha avuto varie opportunità di raddoppiare ma la rete che ha sancito la fine delle ostilità è arrivata solo nel finale. Il Sottomarino giallo è ora leader del gruppo A con otto punti, seguito dall’Astana a sette, che ha vinto in Israele, quindi lo Slavia Praga a cinque e il Maccabi Tel-Aviv ultimo a uno. Considerando gli scontri diretti a favore contro le dirette rivali il Villarreal può finalmente gestire il vantaggio: basterà non perdere in Kazakhistan nella prossima giornata e capitalizzare la gara interna contro il Maccabi per assicurarsi aritmeticamente il primo posto.

D’altronde Javi Calleja non ha risparmiato nessuno: eccezion fatta per gli infortunati (nell’allenamento di ieri Castillejo si è procurato una lesione muscolare che potrebbe tenerlo fermo per almeno un mese) in campo è sceso il miglior undici possibile. E per più di un’ora di gioco si è visto solo il Submarino amarillo. Dopo la rete di Bacca la formazione spagnola si è costruita almeno altre tre palle gol clamorose. Prima lo stesso Bacca nel primo tempo e poi Fornals all’inizio del secondo si sono divorati due gol già fatti, tirando fuori a porta vuota. La punta colombiana è riuscito a fallire un’altra chance ghiotta a tu per tu col portiere per la disperazione del suo allenatore, finché negli ultimi venticinque minuti lo Slavia Praga si è fatto coraggio e ha provato a recuperare rischiando il tutto per tutto.

La difesa degli ospiti, pur non solidissima, è però riuscita a gestire le fiammate ceche, ree di poca precisione. Così a ridosso del novantesimo il Villarreal ha chiuso la gara con un autogol di Simon Deli sul cross rasoterra di Chéryshev, entrato nel secondo tempo con grande dinamismo. Questo è stato, per i maniaci delle statistiche, il centesimo gol della squadra in Europa League (si consideri perciò la competizione dal cambio di denominazione), obiettivo che nessun’altra squadra ha ancora raggiunto. Ma ancora più importante il Villarreal ha mantenuto la porta inviolata, precisamente per la terza volta consecutiva in una trasferta europea dopo l’incontro con la Roma dell’anno scorso e la gara in Israele. Non c’era mai riuscita in campo europeo. La gestione di Calleja continua per il verso giusto.

Tabellino:
Slavia Praga (4-2-3-1): Laštůvka; Bořil, S. Deli, Jugas, Sobol; Souček, Hromada (46’ Ngadeu-Ngadjui); Sýkora (80’ Škoda), Danny (63’ van Buren), Stoch; Necid. A disp.: Kovář, Frydrych, Hušbauer, Zmrhal. All. Jaroslav Šilhavý.
Villarreal (4-4-2): Barbosa 7; Mario Gaspar 6, Álvaro González 6,5, V. Ruiz 6, Adrián Marín 4,5; Rodrigo 6, R. Soriano 6,5 (82’ Sansone n.g.), Trigueros 6, Fornals 6,5 (67’ Chéryshev 6,5); Bacca 6 (72’ Chuca n.g.), Bakambu 6. A disp.: Cantero, Bonera, Pau Torres, Rukavina. All. Javi Calleja.
Gol: 15’ Bacca. 89’aut. S. Deli.
Arbitro: Bobby Madden (SCO). Ha ammonito Bakambu e Bořil.

About Mihai C. Vidroiu 499 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*