Villarreal-Slavia Praga 2-2: Non basta!

Il Villarreal va sotto di due gol, poi rimonta ma non riesce a vincere

Enes Unal Slavia Praga

Anche quest’anno la lotta in Europa League rischia di protrarsi con incertezza fino all’ultima giornata del gruppo A. Stasera il Villarreal non è riuscito a portare a casa i tre punti di fronte al proprio pubblico contro uno Slavia Praga tenace e battagliero. È successo tutto nel primo tempo quando i cechi sono andati in doppio vantaggio, salvo poi farsi recuperare nel giro di tre minuti, a ridosso del duplice fischio. In virtù della vittoria dell’Astana sul Maccabi Tel-Aviv per quattro reti a zero, il girone d’andata si è concluso con Villarreal e Slavia a cinque punti, Astana a quattro e il solo Maccabi ultimo a un punto. Adesso però il Submarino amarillo dovrà affrontare le due partite contro le dirette rivali, entrambe in trasferta: anche quest’anno probabilmente la qualificazione sarà in bilico fino all’ultimo minuto.

Stasera Javi Calleja, proprio come in Israele, dà spazio al giovane Ramiro Guerra in qualità di regista, mentre rispolvera Bonera in difesa e il turco Enes Ünal in attacco. Il suo Sottomarino giallo ha controllo completo della circolazione, ma lo Slavia Praga è una squadra compatta e organizzata e non concede nulla a difesa schierata. Pur con una manovra avvolgente il Villarreal non trova sbocchi e appena gli ospiti si affacciano purgano. Necid rompe il ghiaccio sugli sviluppi di un calcio di punizione: a pallone rinviato Ünal si perde la marcatura e Ruiz non lo copre. Mentre alla mezz’ora arriva il raddoppio dei cechi su una limpida azione strutturata, al termine della quale Danny si ritrova libero di concludere in porta. Il Submarino amarillo comunque si sveglia nel finale del primo tempo. Prima ci pensa Fornals che trova un pertugio vincente per Trigueros, e poi Bacca che addomestica un cross e spalle alla porta trova il destro a fil di palo che rimette i suoi compagni sul binario giusto.

Nella seconda parte il Villarreal continua a macinare gioco, ma non trova più la combinazione giusta per creare occasioni importanti. In fase difensiva quanto meno non concede più nulla. E nemmeno con l’ingresso di Chéryshev, Bakambu, e nel finale anche di Castillejo, troverà il modo di gonfiare la rete per la terza volta. Calleja colleziona un altro pareggio internazionale, dopo aver debuttato su questa panchina con il pareggio in Israele; evidentemente non ha ancora trovato il feeling con questa competizione. D’altronde la gestione del turn-over diventa una delle chiavi più delicate per l’equilibrio tra campionato e coppe. Adesso il Villarreal se la vedrà con il Las Palmas, domenica a mezzogiorno, ancora una volta nel feudo amarillo.

Tabellino:
Villarreal (4-4-2): Barbosa 6; Rukavina 7, Bonera 6,5, V. Ruiz 5,5, Jaume Costa 6; Ramiro Guerra 6, Trigueros 6,5, R. Soriano 5,5 (46’ Chéryshev 6), Fornals 6 (77’ Castillejo n.g.); Bacca 6,5, Enes Ünal 5,5 (60’ Bakambu n.g.). A disp.: Cantero, Álvaro González, Mario Gaspar, Rodrigo. All. Javi Calleja.
Slavia Praga (4-2-3-1): Laštůvka; Frydrych, S. Deli (46’ Boril), Jugas, Sobol; Souček, Hromada; Sýkora (84’ Stoch), Danny, Zmrhal (69’ van Buren); Necid. A disp.: Kovář, Hušbauer, Rotan’, Škoda. All. Jaroslav Šilhavý.
Gol: 18’ Necid, 30’ Danny, 41’ Trigueros, 44’ Bacca.
Arbitro: Svein Oddvar Moen (NOR). Ha ammonito R. Soriano, Ramiro Guerra, Jaume Costa e Boril.

About Mihai C. Vidroiu 479 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*