Villarreal-Eibar 3-0: La sinfonia di Bakambu

La prima tripletta del franco-congolese regala i primi tre punti di Calleja

Sansone Eibar

Con un Cédric Bakambu in forma smagliante il Villarreal sembra essere tornato grande: la prima tripletta del franco-congolese in maglia amarilla regala i tre punti contro l’Eibar. Il Sottomarino giallo veniva da una serie di tre partite senza aver segnato, ma il debutto al Madrigal di Javi Calleja è stato di ottimo auspicio. Più che il risultato, comunque netto e rotondo, la notizia del giorno è la capacità di creare gioco di questa squadra, che sotto il timone di Fran Escribá era parsa senza idee e adesso è tornata a mostrare spettacolo e incisività. Nonostante Calleja abbia avuto a disposizione appena quattro allenamenti per plasmare i suoi giocatori questo Sottomarino sembra di un’altra categoria rispetto a quello di inizio stagione.

Javi Calleja ha riproposto il 4-4-2 a rombo di giovedì sera, ma la punta del diamante non è stata affidata a Castillejo, decentrato a destra, bensì al regista Fornals. La prima lampante differenza dallo stile del suo predecessore Escribá è in fase di costruzione. Questo Villarreal tenta di sfondare le linee nemiche giocando di prima, e con la rapidità di pensiero di un centrocampo ad alto tasso di qualità diventa un’arma potenzialmente terrificante per scavalcare il muro avversario. Il nuovo tecnico lo aveva detto in conferenza che pretende dai suoi giocatori possesso palla ma soprattutto un calcio propositivo che miri a creare più occasioni possibili. Nel primo tempo arriva anche la prima rete della nuova era firmata da Bakambu su assist di Trigueros, ma al duplice fischio il vantaggio sarebbe potuto essere anche maggiore.

Il raddoppio arriva comunque a inizio ripresa quando il Villarreal si dispiega in ripartenza perforando le fragili difese dell’Eibar con Fornals che serve a Bakambu il pallone del due a zero. La gara è già virtualmente chiusa e il rigore procurato da Castillejo sancisce la fine delle ostilità: nel finale i padroni di casa tirano i remi in barca e c’è il tempo per un incrocio dei pali colpito dagli ospiti. Calleja, primo allenatore del Villarreal con un passato in Primera División con questa maglia, sembra già la chiave di volta per ribaltare la stagione e tornare a sognare in grande. L’unico neo sembra essere la scomparsa di Chéryshev dalla lista dei convocati in favore del giovanissimo Ramiro Guerra.

Tabellino:
Villarreal (4-4-2): Barbosa 6; Mario Gaspar 6,5, Álvaro González 7, V. Ruiz 7, Jaume Costa 7; Rodrigo 6,5, Castillejo 6,5 (82’ Ramiro Guerra n.g.), Trigueros 7 (73’ R. Soriano n.g.), Fornals 6,5; Sansone 6,5 (65’ Bacca n.g.), Bakambu 7,5. A disp.: Cantero, Bonera, Rukavina, Enes Ünal. All. Fran Escribá.
Eibar (4-4-2): Dmitrović; Capa, Lombán, Arbilla, David Juncà; Rubén Peña (77’ Joan Jordán), Escalante (82’ Cristian Rivera), Dani García, Inui; Kike García (67’ Charles Diaz), Sergi Enrich. A disp.: Riesgo, Paulo Oliveira, José Ángel, Bebé. All. José Luis Mendilibar.
Gol: 25’, 52’, 76’rig. Bakambu.
Arbitro: Melero López. Ha ammonito Rodrigo, Álvaro González e Dani García.

About Mihai C. Vidroiu 423 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*