Maccabi Tel Aviv-Villarreal 0-0: La nuova era di Javi Calleja

Il Sottomarino rosso rischia poco ma resta capolista del gruppo A

Castillejo Bakambu Maccabi

Il primo Villarreal di Javi Calleja raccatta un punticino al Netanya Stadium contro un Maccabi Tel-Aviv modesto ma innocuo, mantenendosi leader del gruppo A a pari punti con lo Slavia Praga. Il nuovo tecnico del Submarino amarillo ha lanciato il regista uruguagio Ramiro Guerra, promosso dal Villarreal B dove ne era diventato il faro, ma il suo Villarreal si vedrà solamente più in là. Considerando che Javi Calleja ha debuttato tra i professionisti poco più di un mese fa (fino allo scorso anno allenava nei juvenil, la Primevera spagnola) e ha alle spalle appena tre sessioni d’allenamento con la prima squadra, ci si può accontentare.

Al calcio d’inizio il Maccabi Tel-Aviv ha approfittato di un timido Villarreal per spingere nei primi minuti, ma man mano che il cronometro ha incominciato a scorrere gli ospiti si sono impadroniti dell’iniziativa. Quello che la Uefa aveva spacciato essere un 4-4-2 in campo è diventato molto chiaramente un 4-3-1-2 con l’esordiente canterano Ramiro Guerra davanti alla difesa, Trigueros e Fornals leggermente più avanti a fare le mezzali e Roberto Soriano trequartista puro alle spalle della coppia d’attacco. Uno schieramento tattico originale, ma che da queste parti non si era mai visto.

Di fatto il Sottomarino rosso (gli israeliani sfoggiavano la tradizionale maglia gialla) ha limitato le incursioni avversarie rischiando poco e niente, ma d’altra parte la proposta offensiva è stata insufficiente per superare le difese del Maccabi. Pretendere da Calleja una chiara impronta di gioco dopo così poco tempo sarebbe irragionevole, ma di sicuro già domenica prossima di fronte al pubblico spagnolo bisognerà chiedere qualcosa in più a una squadra che ha fame di punti e di riguadagnarsi la fiducia del pubblico. Questo è solamente l’inizio, ma pur senza il successo si sono visti spunti interessanti: arrivare da un momento all’altro, senza la protezione di un curriculum vitae, e avere il fegato di lanciare un canterano non è da tutti. Vedremo se questa personalità si rispecchierà anche nel carattere della squadra.

Tabellino:
Maccabi Tel-Aviv (4-4-2): Rajković; Shpungin, Babín, Ben Haim, Davidzada; Sušić (63’ Peretz), Battocchio, Yeini, Blackman; Kjartansson (87’ Itzhaki), Atar (65’ Atzily). A disp.: Daniel, Rikan, Filipenko, Tibi. All. Jordi Cruyff.
Villarreal (4-3-1-2): Barbosa 6; Mario Gaspar 6, V. Ruiz 6,5, Bonera 6, Jaume Costa 5,5; Fornals 6, Ramiro Guerra 6, Trigueros 6 (82’ Rodrigo n.g.); R.Soriano 6 (68’ Castillejo n.g.); Bacca 6 (75’ Enes Ünal n.g.), Bakambu 6. A disp.: Cantero, Álvaro González, Rukavina, Sansone. All. Javi Calleja.
Arbitro: Craig Pawson (ENG). Ha ammonito Blackman, Jaume Costa e Itzhaki.

About Mihai C. Vidroiu 424 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*