Getafe-Villarreal 4-0: RIDICOLIZZATI!

Una delle peggiori figuracce di sempre in massima serie (contro una neopromossa)

Fonte foto: as.com

Se le cose sembravano essere tornate alla normalità, oggi il Villarreal ha regalato un’altra delle peggiori pagine della sua storia in massima serie. Il Getafe ha segnato quattro reti nel secondo tempo, ma già a venti minuti dal termine la gara era ampiamente chiusa e gli ospiti erano con la mente altrove. Si tratta della peggior sconfitta di sempre contro gli azulones, che finora non avevano raccolto neanche un punto di fronte al proprio pubblico e oggi si sono rifatti alla grande. Se lo scorso anno il Villarreal aveva lasciato cinque punti (dei nove disponibili) sui campi delle neo-promosse, quest’anno l’andazzo sembra ancor peggiore.

Con Enes Ünal dal primo minuto le indicazioni di Escribá sembrano orientate sulla ricerca del lancio lungo a scavalcare il centrocampo, ma per una squadra abituata a giocare il pallone questo atteggiamento appare fin da subito poco produttivo. Quando Castillejo prova a imbastire qualcosa viene puntualmente raddoppiato con la ricerca sistematica del fallo (solo nel primo tempo ne subisce quattro, ma sarebbero potuti essere di più). In questo disegno tattico ne viene fuori un Getafe più intraprendente, capace di aspettare le palle giuste per offendere in profondità grazie al talento di Jorge Molina. L’inserimento di Rubén Semedo in mezzo alla difesa è un costante pericolo: il portoghese ha ancora gravi lacune tattiche da limare e quando perde la posizione l’offensiva avversaria banchetta.

Ma il crollo avviene in quei tredici minuti fatali del secondo tempo. Il Getafe trova il vantaggio su calcio d’angolo, con Rukavina che si perde l’uomo, e poi il Villareal si sfalda rovinosamente. Un altro gravissimo errore di Rubén Semedo mette la pietra definitiva sulle speranze degli ospiti, finché un altro calcio da fermo sentenzia il peggior secondo tempo dell’era Escribá. Nell’ultima parte di gara i giocatori del Villarreal sembrano fantasmi in campo, la squadra è psicologicamente a terra. Se la scelta di mettere Rubén Semedo ed Enes Ünal dall’inizio si è rivelata errata, quella di togliere Castillejo e Bakambu a inizio ripresa è parsa ancor peggiore. Da questo inizio di stagione la sensazione è che raggiungere il settimo posto potrebbe diventare proibitivo a meno che non si cambi qualcosa.

Tabellino:
Getafe (4-2-3-1): Guaita; Damián Suárez, Cala, Djené, Antunes; Bergara, Arambarri (63’ Sergio Mora); Álvaro Jiménez, Ángel Rodríguez, Amath Ndiaye (66’ Fajr); Jorge Molina (83’ Molinero). A disp.: E. Martínez, Bruno González, Portillo, Jefferson Montero. All. José Bordalás.
Villarreal (4-4-2): Barbosa 6; Mario Gaspar 5,5, Álvaro González 5,5, Rubén Semedo 4, Rukavina 4,5; Castillejo 6 (60’ R. Soriano 5), Rodrigo 5,5, Trigueros 5 (70’ Sansone n.g.), Fornals 4,5; Bakambu 6 (60’ Bacca 5), Enes Ünal 5. A disp.: Cantero, V. Ruiz, Bonera, Chéryshev. All. Fran Escribá.
Gol: 54’, 92’ Ángel Rodríguez, 64’ Jorge Molina, 67’ Bergara.
Arbitro: Iglesias Villanueva. Ha ammonito Arambarri, Bakambu, Trigueros, Rodrigo e R. Soriano.

About Mihai C. Vidroiu 419 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*