Inter-Villarreal 3-1: Vacanze marchigiane

Spalletti bastona ancora il Villarreal a pochi mesi di distanza da match di Europa League

Inter

Sull’accidentato terreno di gioco del Riviera delle Palme, in quel di San Benedetto del Tronto, il Villarreal ha rimediato la sua sesta sconfitta nelle sue prime sei uscite stagionali. L’Inter, galvanizzata dal “tutto esaurito”, ha rifilato un secco tre a uno al Sottomarino giallo, con una prestazione più solida e matura. Ancora una volta Luciano Spalletti si è saputo sbarazzare di Fran Escribá dopo il tremendo zero-quattro che nella passata stagione ha permesso alla Roma di eliminare il Villarreal dai sedicesimi di Europa League. Il tecnico valenziano ha provato un 4-3-3 con Trigueros, Rodri e Fornals al centro, Sansone e Castillejo sulle ali a rifornire l’unica punta Soldado. Ma con questo modulo, variante del 4-2-3-1 già sperimentato in passato, la squadra ha più volte dimostrato di non trovarsi a suo agio, più che una variante tattica continua a confermarsi un handicap.

Il vantaggio dei padroni di casa è arrivato sulla fascia destra dove Candreva ha spezzato l’anello debole della catena: con Jaume Costa e Adrián Marín ancora alle prese con guai fisici, si è dovuto adattare Rukavina, solitamente destro. E sull’invito al centro di Candreva la rapidità di Eder ha permesso all’italo-brasiliano di anticipare Bonera. Ma il Submarino amarillo è riuscito, alquanto fortuitamente, a ritrovare il pareggio grazie a Soldado, in grado di ribadire in rete un pallone non trattenuto da Handanović su una conclusione di Sansonse. Nella seconda parte Escribá è tornato in campo con un 4-4-1-1 abbassando le ali e lasciando a Fornals libertà di muoversi. Con questo nuovo assetto gli spagnoli hanno controllato meglio la gara, ma i problemi offensivi sono rimasti alquanto evidenti.

Poi un regalo di Mariano Barbosa in fase di disimpegno ha permesso a Jovetić di tirare fuori dal cilindro una sforbiciata che regalato il nuovo vantaggio per l’Inter. Il Villarral ha continuato a controllare il gioco senza però riuscire a tirare in porta, finché nei minuti finali l’Intera ha trovato il contropiede vincente che ha sancito la fine della gara. Escribá è anche riuscito a farsi espellere per proteste al guardalinee da cui, in conferenza post-gara, lamenterà una gomitata. Il tecnico si è detto soddisfatto della prestazione, dopo essersi fortemente lamentato al termine della sconfitta col Boca Juniors, quando aveva questionato una mancanza di intensità ai suoi giocatori. Si è finalmente rivisto in campo Enes Ünal, ma il turco sembra ancora fuori forma. Aveva infatti rimediato una botta in allenamento che lo ha tenuto fermo per qualche tempo.

Tabellino:
Inter (4-2-3-1): Handanović; D’Ambrosio (63’ Ansaldi), Škriniar (79’ Ranocchia), Miranda (63’ Murillo), Nagatomo; Borja Valero (71’ Gabigol), Gagliardini (46’ Kondogbia); Candreva (46’ Brozović), João Mário, Perisić (71’ Icardi); Eder (63’ Jovetić). All. Luciano Spalletti.
Villarreal (4-3-3): Andrés Fernández (46’ Barbosa); Mario Gaspar (81’ Pau Torres), Bonera (75’ Álvaro González), Víctor Ruiz (75’ Ruben Semedo), Rukavina; Rodrigo (86’ Chuca), Trigueros, Fornals (67’ R. Soriano); Castillejo (81’ Leo Suárez), Sansone (67’ Bakambu), Soldado (67’ Enes Ünal). All. Fran Escribá.
Gol: 26’ Eder (I), 40’ Soldado (V), 67’ Jovetić (I), 90’ Brozović (I).

About Mihai C. Vidroiu 633 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*