Alavés-Villarreal 2-1: A bocca asciutta!

Il Sottomarino giallo cade al Mendizorroza rilanciando l'Athletic Bilbao a -1

Alavés

Il Villarreal cade malamente al Mendizorroza (dove ha vinto solamente una volta nella sua storia) dopo una delle peggiori prestazioni annuali, contro un Alavés a cui basta il minimo indispensabile per portare a casa i tre punti. I baschi hanno fatto bottino pieno in entrambe le sfide stagionali contro il Sottomarino giallo (era già successo nel 1996/97 in Segunda e nel 2002/03 in Primera), proprio come era riuscito a fare anche l’Eibar quest’anno. Questo arresto compromette le ambizioni europee del Villarreal che si lascia scappare l’ultima trasferta abbordabile della stagione, nel turno in cui l’Athletic Bilbao ha stravinto annullando così tutto quanto di buono era stato fatto nello scontro diretto di settimana scorsa.

Fran Escribá ha dovuto fare i conti con varie assenze: dagli squalificati Ruiz (che però si è anche slogato la caviglia contro l’Athletic e ne avrà per qualche settimana) e Soldado, all’emergenza a centrocampo, dove ha potuto schierare il solo Roberto Soriano come esterno “puro”, mentre sulla fascia destra ha dovuto adattare Adrián López. Ma la sua squadra è parsa molle sulle gambe fin da subito, con l’iniziativa lasciata a un arrembante Deportivo Alavés, in grado di gestire la manovra e rischiare poco. Il Sottomarino giallo corre poco e subisce troppo contro una neo-promossa che ha già raggiunto la salvezza matematica (ottenuta grazie ai risultati di sabato). Se al primo affondo ci mette una toppa Andrés Fernández, al secondo i padroni di casa vanno in vantaggio.

Ibai Gómez fulmina tutti con un destro al volo dal limite poco dopo la mezzora, che interrompe la striscia di 353 minuti di digiuno dei baschi. E pensare che il Villarreal è la squadra di Primera División ad aver subito il minor numero di gol da fuori area: solamente uno prima di stasera, la punizione di Lionel Messi alla diciassettesima giornata, perciò questo di Ibai Gómez è stato il primo in assoluto su azione. E prima del duplice fischio arriva il raddoppio che stronca le gambe con l’inzuccata di Rodrigo Ely, il centrale difensivo che non segnava dal lontano 2012 in una gara di Serie B con la maglia della Reggina.

E nella ripresa le cose non cambiano, gli ospiti sembrano rinunciare al tentativo di rimonta e la partita si incanala nel più prevedibile degli esiti. Per cambiare faccia all’incontro servono l’ingresso di Trigueros (al posto di Rodri, colto in un gesti di stizza sulla panchina) e il fortuito gol che accorcia le distanze. L’Alavés perde palla in fase di impostazione e Bakambu, con la collaborazione di Ely che devia la palla dove il portiere non può arrivare, rimette tutto in gioco. (Curiosa scenetta subito dopo la rete: nessun compagno va ad esultare assieme a Bakambu, cosicché il giocatore si volta sconvolto temendo nell’annullamento del gol) Dopo il due a uno il Submarino amarillo sembra un’altra squadra e inizia a premere rischiando il pari nel giro di pochi minuti.

A quel punto Mauricio Pellegrino inserisce un altro centrale al posto di Ibai Gómez passando alla difesa a cinque, e smorzando ogni velleità degli ospiti. L’ultima azione riassume quanto visto stasera, quando al 93′ Bakambu fallisce la più facile delle opportunità a tu per tu con Pacheco tirando a lato. Il Villarreal ha fallito una facile chance per allungare sulla Real Sociedad e mantenere le distanze dall’Athletic Bilbao, che ora distano rispettivamente due e un punto. Calendario alla mano il quinto posto sembra più lontano di quanto non dica la classifica: considerando il pessimo rendimento esterno del Sottomarino giallo e le trasferte del Camp Nou, Vicente Calderón e Mestalla, la situazione inizia a scottare.

Tabellino:
Alavés (4-2-3-1): Pacheco; Kiko Femenía, Ely, Laguardia, Theo Hernández; Marcos Llorente, Manu García; Ibai Gómez (75’ Alexis), Camarasa (89’ Vigaray), Toquero (77’ Katai); Deyverson. A disp.: Ortolá, Daniel Torres, Christian Santos, Óscar Romero. All. Mauricio Pellegrino.
Villarreal (4-4-2): Andrés Fernández 5,5; Mario Gaspar 6,5, Musacchio 5,5, Álvaro González 5, Jaume Costa 6,5; Adrián López 5 (66’ Santos Borré 5), Bruno Soriano 6, Rodri 5,5 (57’ Trigueros 7), R. Soriano 5,5; Sansone 5 (87’ Léo Suárez n.g.), Bakambu 5. A disp.: Barbosa, Bonera, José Carlos Lazo, Mario González. All. Fran Escribá.
Gol: 35’ Ibai Gómez, 45’ Ely, 70’ Bakambu.
Arbitro: Álvarez Izquierdo. Ha ammonito Bakambu, Musacchio, Toquero, R. Soriano e Jaume Costa.

About Mihai C. Vidroiu 394 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*