Bruno: «Arbitro scandaloso, non ce lo mandino più»

Il capitano senza peli sulla lingua se l'è presa direttamente con il direttore di gara

arbitro Ocon Arraiz Eibar

Il terribile arbitraggio di sabato nell’incontro tra Villarreal ed Eibar ha innervosito un po’ tutto l’ambiente. In una giornata di campionato durante la quale il Submarino amarillo avrebbe potuto distanziare i rivali baschi, noni in classifica, con un vantaggio in doppia cifra ha invece sancito la compattamento del gruppo in lotta per l’Europa League. Fortunatamente la Real Sociedad ha strappato un misero punto, ma oltre all’Eibar anche Athletic Bilbao (e in teoria anche l’Espanyol) ha vinto riavvicinandosi pericolosamente al quinto posto. Per quanto riguarda la partita però, nonostante il Villarreal abbia messo in luce una prestazione mediocre, la rabbia si è incanalata sula conduzione di gara dell’arbitro Daniel Ocón Arráiz, che con i suoi errori ha sicuramente influenzato l’andamento dell’incontro. Il direttore di gara, a inizio ripresa, ha concesso un (inesistente) calcio di rigore agli ospiti, negandone uno molto evidente ai padroni di casa appena pochi minuti dopo.

«Non sono stati solamente i rigori, fischiava quando che non doveva fischiare e lasciava correre quando avrebbe dovuto fermare il gioco, sia a favore nostro che contro.» si è sfogato il centrocampista Bruno Soriano «Ci ha svantaggiato sin dall’inizio, è stato scandaloso. Non so cosa stia accadendo, ma è molto strano.». Dichiarazioni che rischiano di essere notate dal Comité Técnico, organo che potrebbe deferirlo. «Alla fine determina il risultato. Anche per quanto riguarda i falli, la distanza non era mai quella giusta.» ha proseguito il capitano del Sottomarino giallo «Il suo atteggiamento era come a voler dire “ora vi renderete conto chi comanda qui”. Bisogna fare qualcosa affinché questo cambi. Non si poteva discutere su niente! Non dovrebbe mai più arbitrare nelle nostre gare: già le altre volte che ci era stato mandato non mi era piaciuto, però non voglio dire altro altrimenti ci si ritorcerà sicuramente contro».

 

Anche Jaume Costa non si è trattenuto dalle critiche. «La partita è stata decisa da giocate molto evidenti per non essere state viste, credo che sono state fin troppo chiare e facili da vedere. Bisogna rispettare l’operato dell’arbitro, ma anche aiutarlo, per questo credo che la tecnologia potrebbe farlo con l’utilizzo del VAR» ha detto il terzino sinistro riferendosi al sistema di Video Assistant Referee, utilizzato nell’amichevole di settimana scorsa tra Francia e Spagna durante il quale un arbitro addizionale può prendere decisioni tecniche analizzando gli episodi davanti a un video. Secondo Jaume Costa le decisioni prese in campo «hanno deciso la gara e da quel momento abbiamo visto che era ingiusto quello che stava succedendo e ci siamo deconcentrati». Ultimo dettaglio. Durante la stagione 2012/13 lo stesso Ocón Arráiz arbitrò un VillarrealRecreativo Huelva 1-1 (trentunesima giornata di Segunda División A) in cui un contatto molto simile a quello di ieri nell’azione del rigore concesso all’Eibar, non fu giudicato con lo stesso metro di giudizio: Jérémy Perbet dovette rialzarsi a testa bassa.

About Mihai C. Vidroiu 433 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*