Anche Antonio Salamanca lascia il Villarreal

La segreteria tecnica perde un altro pezzo, se ne va lo scouting francese

Villarreal logo

Senza ombra di dubbio il mercato degli osservatori, durante la stagione in corso, è stato il più movimentato di sempre in casa Villarreal. L’ultimo cambio di organigramma è avvenuto lo scorso fine settimana quando Antonio Salamanca, scout dell’area francese, ha deciso di fare le valigie e lasciare la causa grogueta. Dopo circa tre anni e mezzo nella Plana Baixa, aveva infatti firmato per il Sottomarino giallo nell’estate del 2013, si è reso conto che le possibilità di crescita erano intasate e venerdì scorso ha preferito consegnare le sue dimissioni per intraprendere una nuova avventura. Durante il suo periodo amarillo ha selezionato alcuni profili che si sono poi dimostrati fondamentali nelle politiche del Villarreal. Su tutti due nomi: Alphonse Areola e Cédric Bakambu. Nel suo futuro adesso si parla di Valencia o di una società di Ligue 1, essendo lui stesso francese.

Il suo addio è probabilmente una lontana conseguenza del maremoto causato quest’estate da Antonio Cordón, lo storico direttore generale del Submarino amarillo che dopo diciassette anni nel club decise di cambiare aria per approdare al Monaco. Da lì in poi la società castellonense ha dovuto reinventare la segreteria tecnica cercando un valido sostituto. Dopo un provvisorio accomodamento in cui era stata istituita una équipe di cinque uomini di fiducia, tra cui lo stesso Salamanca, questo stesso direttivo ha perso un altro pezzo: Luis Rodríguez, ex-capo-osservatori dell’area nazionale, attirato dalle sirene dell’Atlético Madrid. A questo punto la dirigenza del Villarreal ha preferito puntare su un uomo di casa: Pablo Ortells, dopo sedici anni nel club e un ottimo lavoro come osservatore in ambito giovanile. Al suo fianco è stato promosso Fernando Seguí, in qualità di coordinatore della segreteria tecnica. Probabilmente anche per questo Antonio Salamanca, che si era ben messo in luce nell’arco di questi anni, ha preferito andarsene cercando nuovi lidi che possano valorizzarlo più di quanto abbia fatto il Villarreal.

Nella segreteria tecnica vera e propria, inoltre, sono arrivati anche nuovi nomi. A ottobre è stato ingaggiato Andrés Pardo, che dopo otto anni al Levante è tornato nuovamente a casa a ricoprire il ruolo di Luis Rodríguez, a capo dello scouting sull’area nazionale. Nella società valenziana Pardo aveva scalato le gerarchie fino a diventare il coordinatore delle due principali entità giovanili del club: l’Atlético Levante, seconda squadra, e il Juveníl A, in pratica la Primavera. Il mese successivo invece è stato ufficializzato Adrià Adán, capo-osservatori dell’Espanyol da sette anni, con un pedigree di esperto nel settore sudamericano, ma ultimamente anche in quello italiano. Se il nuovo assetto sarà in grado di garantire la solerte attività di ricerca garantita negli ultimi tempo non è dato saperlo. Bisognerà rimanere sintonizzati per vedere se il Villarreal continuerà a rimanere al passo con le grandi d’Europa per quanto riguarda la selezione dei giovani talenti.

About Mihai C. Vidroiu 480 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*