Stadio, ecco i dati su abbonati e affluenza

Il presidente Fernando Roig vorrebbe raggiungere quota 20mila, ma resta un'utopia

tifosi stadio

I dati sul numero degli abbonati si sono mantenuti alti: all’Estadio de la Cerámica, già Madrigal, il Villarreal può contare su 19.072 tesserati. Una cifra consistente considerando che lo stadio può contenere poco più di 21mila spettatori (il settore ospiti, di circa tremila seggiolini, non è considerato nel conteggio). Questo grazie a due fattori decisivi: i risultati del club, ormai stabilmente in Europa, e la politica societaria dei prezzi, di cui avevamo già parlato lo scorso anno (i fedelissimi rinnovano la propria tessera in curva a meno di cento euro). Ma a prescindere dai dati assoluti, comunque molto buoni per una cittadina di circa 52mila abitanti, quelli relativi restano in linea con l’andamento degli ultimi anni. Già da tempo il presidente Fernando Roig ha ribadito «Non voglio 20mila abbonati, voglio 20mila spettatori», sottolineando come l’affluenza sia spesso insoddisfacente rispetto al numero degli abbonati.

I numeri delle affluenze effettivi allo stadio restano poco sopra i 16mila spettatori. E questo accade perché se nelle partite di cartello si raggiunge il pienone, nelle gare meno allettanti lo stadio fatica a riempirsi. C’è chi si lamenta degli orari di alcuni incontri, come l’anticipo del venerdì sera o quelli del sabato pomeriggio, a cui molti lavoratori faticano a recarsi. E non può essere messo in dubbio visto che solamente poco più della metà dei soci sono residenti a Vila-real, mentre circa 8.500 tesserati si trovano nei dintorni. Ben duemila di loro sono di Castellón de la Plana, sette chilometri più a nord, ma centinaia di altri tifosi si trovano molto più lontano nell’hinterland della provincia: come chi deve venire da Benicarló o da Vinaròs (entrambe a circa 80 km più a nord) e sono quasi duecento; ma oltre seicento addirittura da altre parti della penisola iberica. Ma un’altra causa delle basse affluenze è proprio il basso costo degli abbonamenti che spingono molti tifosi di Barcellona e Real Madrid, ma residenti nella Plana Baixa, ad acquistare la tessera per andare a vedere la gara della propria squadra contro il Villarreal, salvo poi simpatizzare il Submarino amarillo solo in qualche altro big match di campionato o qualche uscita europea.

Col nuovo contratto televisivo l’affluenza allo stadio avrà una ripercussione diretta sugli introiti del club e da questo punto di vista, nonostante i brillanti risultati ottenuti dal club negli ultimi decenni, restano inferiori a molte altre realtà. Squadre meno competitive come Real Sociedad, Celta Vigo o Deportivo La Coruña possono contare su dati di affluenza addirittura superiori a quelli degli abbonati del Villarreal. La dirigenza ha affrontato più volte il problema ma più di tanto non ci si può fare: oltre ad abbassare i prezzi e allestire una squadra all’altezza delle migliori di Spagna, non ci sono ulteriori margini di miglioramento. Si pensi che, ad esempio, che un paio di anni fa, con il Sottomarino giallo che chiuse la stagione al sesto posto senza mai impensierire il quarto posto – analogamente a quel che sta avvenendo ora, ma con una campagna estiva molto meno appariscente – il numero di abbonati sfiorò i 19.400.

Grafico di Raul Badenes (El Periodico Mediterraneo)
About Mihai C. Vidroiu 424 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*