Celta Vigo-Villarreal 0-1: Europa sempre più vicina

La rete di Soldado vale l'aggancio alla Real Sociedad al quinto posto

Celta

Grazie a una rete di Soldado il Villarreal espugna per la seconda volta nella sua storia il Balaídos, fortino del Celta Vigo. Si tratta della terza vittoria esterna consecutiva per il Sottomarino giallo – la miglior striscia dal lontano 2008 –, che lontano dalla Plana Baixa ha accumulato in Liga una serie di sette risultati utili consecutivi: non gli accadeva dalla stagione 2008/09. Questi dati acquisiscono ancora maggior forza considerando che il Celta aveva perso solamente due gare delle ultime diciannove disputate in casa (contro Siviglia in Liga e Shakhtar Donetsk in Europa). Così il Submarino amarillo continua a mantenere la propria porta blindata e grazie al passo falso della Real Sociedad ha agganciato il quinto posto, a pari punti con i baschi ma in vantaggio per gli scontri diretti.

In campo nessuna delle due squadre ha prevalso sull’altra. Fin dai primi tocchi entrambe le compagini si sono alternate nella gestione della sfera in una regolare danza di possessi palla a mo di football americano. La densità dei padroni di casa nella zona centrale del campo non ha permesso al Submarino amarillo di sviluppare con scioltezza il proprio gioco, riversandosi troppo spesso sulle fasce laterali dove non avrebbe potuto nuocere. Per sbloccare il risultato è infatti servita una palla inattiva: sul calcio di punizione di Jonathan dos Santos, il colpo di testa di Musacchio ha colpito Soldado ed è finito in rete allo scadere del primo tempo, proprio come la settimana scorsa. Se il Villarreal è la squadra meno prolifica del campionato su gioco aereo, bisogna anche sottolineare come il Celta sia terzo in Liga per gol subiti di testa (undici su quarantacinque incassati).

Ma dopo il vantaggio degli ospiti i galiziani hanno iniziato a controllare il campo di gioco con insistenza, mentre il Sottomarino giallo ha preferito risparmiare energie e attendere l’avversario. La difesa più solida della Liga ha retto molto bene le offensive del Celta, concedendo una sola opportunità di pareggiare, quando Ruiz ha saputo mettere una toppa su Giuseppe Rossi. Alla fine è la solita storia: il Villarreal non ha trovato un suo stile di gioco, non convince soprattutto in fase di costruzione, ma dopo aver trovato la maniera di buttarla dentro ha saputo difendere il risultato, questo sì lo sa far bene, e sono arrivati altri tre punti importantissimi. L’Europa è sempre più vicina, ma il rinnovo di Fran Escribá è tutt’altro che scontato.

Tabellino:
Celta Vigo (4-3-3): Sergio Álvarez; Hugo Mallo, Roncaglia, Sergi Gómez, Planas; Marcelo Díaz, Radoja (69’ Iago Aspas), Jozabed; Hjulsager (59’ Beauvue), Bongonda, G. Rossi. A disp.: Iván, Cabral, Pape, Wass, Señé. All. Edu Berizzo.
Villarreal (4-4-2): Andrés Fernández 6; Mario Gaspar 6,5, Musacchio 6, V. Ruiz 7, Jaume Costa 6,5; Jonathan dos Santos 6,5, Bruno Soriano 6,5, Trigueros 7, R. Soriano 6 (89’ Rodri n.g.); Soldado 6,5 (71’ Sansonen.g.), Bakambu 6. A disp.: Barbosa, Álvaro González, Rukavina, Castillejo, Santos Borré. All. Fran Escribá.
Gol: 45’ Soldado.
Arbitro: Mario Melero López. Ha ammonito Soldado, Hugo Mallo, Andrés Fernández, Jaume Costa, Jonathan dos Santos, Musacchio, Iago Aspas, Planas e Bongonda.

(Foto: villarrealcf.es)

About Mihai C. Vidroiu 450 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*