La sfortuna di Sergio Asenjo

Il portiere del Villarreal si è lesionato il crociato per la quarta volta in carriera

Asenjo

Durante l’incontro di campionato contro il Real Madrid dello scorso 26 febbraio Sergio Asenjo, portiere del Villarreal, ha rimediato per la quarta volta in carriera la rottura di un legamento del ginocchio. Dopo aver sofferto per tre volte la lesione del crociato anteriore della gamba destra, stavolta l’infortunio ha colpito la gamba sinistra, a nemmeno due anni dall’ultimo terribile infortunio. Lo scorso 3 marzo il giocatore si è sottoposto all’intervento chirurgico nella Clinica Cemtro di Madrid assistito dai medici dall’équipe di medici formata da Antonio Maestro, Pedro Guillén e Isabel Guillén, e durante la quale è stato presente anche il medico del Villarreal Pablo Vera. L’intervento ha avuto esito positivo, tanto che Isabel Guillén ha poi rivelato che l’artroscopia non ha dato riscontri di lesioni né al menisco né alla cartilagine. Da questa settimana perciò è iniziato il percorso di riabilitazione stimato tra i sei e gli otto mesi.

Asenjo, che tramite i social network ha sempre dimostrato un ottimismo incrollabile, ha fatto sapere che si è già messo al lavoro per tornare il prima possibile. «Dimostrerò a me stesso che si può superare anche questo, ne sono già uscito tre volte, posso farlo una quarta» ha detto al programma televisivo Villarreal TV «Ai miei compagni e al Villarreal dico che affronto questa sfida con ambizione e torneranno a vedere di nuovo il miglior Asenjo sul terreno di gioco». Già, perché quello che stava difendendo i pali della porta amarilla era senz’altro il miglior Sergio Asenjo della carriera, e a dirlo sono le statistiche. La classifica del premio Zamora, che stabilisce il miglior portiere della Liga, dava l’estremo difensore del Villarreal in cima alla lista con un coefficiente di 0,65 gol a partita, grazie agli appena quindici gol subiti in ventitré gare e lo spezzone contro il Real Madrid. Meglio di chiunque altro, sia di ter Stegen del Barcellona (0,71) che di Moyá del Barcellona (0,75). Ma purtroppo senza toccare le ventotto presenze Asenjo verrà escluso da questa classifica.

Anche per i meno superstiziosi evitare la parola sfortuna è veramente difficile. Quattro rotture in carriera non se ne ricordano proprio (e tra l’altro se si pensa a tre lesioni al ginocchio il primo nome a venire in mente è quello di Giuseppe Rossi, un altro talento del Villarreal la cui carriera è sicuramente stata stroncata dalla fragilità del suo legamento). Asenjo si lesionò la prima volta il crociato destro l’8 maggio 2010, non ancora ventunenne, con la maglia dell’Atlético Madrid. Ma la stagione successiva il ginocchio cedé nuovamente, il 5 febbraio 2011, in prestito al Málaga. La terza rottura è stata più recente: il 29 aprile 2015 già al Sottomarino giallo e sempre a quella maledetta gamba destra, mentre stavolta il crack lo ha fatto il ginocchio sinistro. Il ritorno è previsto entro fine anno, tra settembre e dicembre, ma prima che ritrovi la miglior condizione sicuramente il Villarreal dovrà pensare ad affiancargli un titolare come fece lo scorso anno con Areola. Adesso però il timore che uno dei due ginocchi possa rompersi per l’ennesima volta sarà ancora maggiore.

About Mihai C. Vidroiu 500 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*