Mercato chiuso: in uscita Pato, Pedraza e N’Diaye

Villarreal Pato mercato

Ieri sera si è chiusa la finestra di mercato invernale anche in Spagna. Il Villarreal ha ufficializzato la cessione di Alexandre Pato al Tianjin Quanjin per una cifra non precisata, ma che dovrebbe aggirarsi sui 18 milioni di euro. Un’operazione molto discussa ma che nella fattispecie può essere riassunta come una delle vendite più remunerative della storia del Villarreal a fronte di un giocatore non considerato titolare dall’allenatore. Si ricordi che il suo acquisto è venuto a costare meno di cinque milioni di euro (alcuni media spagnoli assicurano 1,7 milioni, altri presumono quasi cinque) e che nel giro di sei mesi il Sottomarino giallo ha potuto incassare una cifra quasi quadruplicata. Per inciso: al Corinthians spetterà circa un milione e mezzo. Al suo posto è stato preso con la formula del prestito secco Adrián López, volto noto al Madrigal e che sabato scorso ha già esordito in campionato accolto da un mare di applausi.

A dirla tutta Fernando Roig Negueroles, a.d. del Villarreal, ha tentato di portare nella Plana Baixa un ulteriore attaccante da mettere a disposizione del tecnico. La pista più battuta è stata quella di Felipe Caicedo dell’Espanyol, ma l’operazione non è andata in porto perché i catalani avrebbero voluto disfarsi definitivamente del giocatore, mentre il Submarino amarillo si è rifiutato di accettare una clausola di riscatto obbligatorio per la punta 28enne. Tra le altre possibilità sono stati fatti sondaggi per Mariano del Real Madrid e Borja Bastón dello Swansea City, ma in entrambi i casi le richieste economiche sono state considerate eccessive. D’altronde la società castellonense non aveva necessità di arruolare un altro attaccante – col rientro di Soldado sono già cinque in rosa – e sarebbe stata disposta a tesserare una punta solo con la formula del prestito gratuito e a patto che l’Atlético Madrid avesse trovato un’altra sistemazione per Santos Borré. Requisito poi non soddisfatto.

Ancora più movimentato è stato il mercato in uscita. Alfonso Pedraza è rientrato dal prestito al Lugo, previo pagamento di una penale di 300mila euro, per accasarsi al Leeds United, in Championship. Il club inglese potrà riscattare il giocatore per una cifra tra i nove e i dieci milioni di euro, a cui si potrebbero aggiungere altri premi legati a determinati obiettivi fino a un totale di quattordici milioni. Inoltre la clausola diverrebbe obbligatoria nel caso in cui il Leeds dovesse essere promosso in Premier League (attualmente è in piena zona play-off) e il Villarreal manterrebbe anche una percentuale sulla prossima cessione. Nonostante Pedraza sia considerato il migliore canterano degli ultimi anni questa operazione è stata considerata molto proficua considerata la giovane età, e sembrerebbe che lo stesso calciatore avrebbe spinto per questa soluzione non avendo avuto la garanzia di un posto in prima squadra per la prossima stagione.

Tra le altre operazioni in uscita bisogna registrare il prestito secco di Alfred N’Diaye che, dopo aver scartato la destinazione Málaga, ha deciso di accasarsi al Hull City in Premier League. Nel contratto non è stata trovato alcun accordo per un possibile riscatto, ma quantomeno il centrocampista franco-senegalese potrebbe trovare un maggior minutaggio, visto che nelle gerarchie di Fran Escribá è scivolato all’ultimo posto. È stato inoltre rescisso consensualmente il contratto di Aleksandar Pantić che dovrebbe firmare per la Dinamo Kiev, mentre Cristian Espinoza si è spostato dal Deportivo Alavés – club che questa estate ha insistito per averlo, ma non lo ha quasi mai impiegato – al Valladolid in Segunda División. Si era parlato di un cambio di aria anche per Adrián Marín, attualmente in prestito al Leganés, cercato da Zubizarreta, d.s. dell’Olympique Marsiglia, ma la società ha preferito trattenere un giovane in cui crede fortemente.

About Mihai C. Vidroiu 424 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*