Villarreal-Valencia 0-2: Risultato bugiardo

Valencia

Il Villarreal gioca bene, ma perde malamente il sentitissimo derby contro il Valencia. Succede tutto nel primo tempo con il gol del valenziano Carlos Soler e il raddoppio di Santi Mina su gentile concessione di Asenjo. Poi solo il legno di Pato smuove le acque di una gara in costante controllo territoriale dei padroni di casa, che però non sono mai stati in grado di riprendere in mano il risultato. E pensare che il Valencia (appena quattro punti sopra la zona retrocessione prima del fischio di inizio) incassava almeno un gol da ventisei trasferte consecutive. Stasera ha interrotto la sua peggior striscia difensiva degli ultimi trentaquattro anni della sua storia.

Il Sottomarino giallo è sceso in campo col giusto piglio: ha saputo controllare l’incontro con personalità sin dai primi minuti di gioco, detenendo la circolazione della palla e non concedendo quasi nulla. È mancata solamente l’incisività in fase di concretizzazione, ma per la prima mezzora la squadra di Escribá ha fatto quel che doveva fare. Poi al primo contropiede efficace il Valencia ha purgato. Mario Gaspar non è riuscito a contenere Nani e Bruno Soriano si è lasciato scappare il 20enne Carlos Soler, al suo primo gol in massima serie. E come se non bastasse nel finale Asenjo si è esibito nella più triste delle papere: il dribbling da ultimo uomo, regalando a Santi Mina la più facile delle reti. Al duplice fischio gli ospiti conducono 0-2. L’unica volta che il Valencia era stato in grado di segnare due reti al Madrigal nel primo tempo fu sei anni fa, ma era una partita di coppa (che nel secondo tempo il Villarreal ribaltò vincendo per quattro a due).

Copione prevedibile nel secondo tempo. Il Villarreal ha stretto l’assedio nella metà campo avversaria, ma proprio per questo ha dovuto correre il rischio di concedere larghi spazi al Valencia, che più volte ha sfiorato il gol del knock out, bloccato però da un buon Asenjo. I padroni di casa hanno continuato a giocare un buon calcio, fornendo complessivamente un’ottima prestazione, ma il massimo pericolo creato è stato il palo interno tatuato da Pato. Ancora una volta il reparto offensivo ha mostrato gravi limiti di efficacia – appena un gol nelle ultime tre di Liga – per altro contro una squadra che non aveva mai chiuso una gara in stagione senza subire gol. C’è riuscito solo stasera il Valencia, dopo ventidue partite tra campionato e coppe. Contro il Villarreal.

Tabellino:
Villarreal (4-4-2): Asenjo 4,5; Mario Gaspar 5, Álvaro González 6, V. Ruiz 5,5, Jaume Costa 5,5; Jonathan dos Santos 5 (83’ Santos Borré n.g.), Trigueros 6, Bruno Soriano 5,5, R. Soriano 5 (61’ Castillejo 6,5); Pato 6, Sansone 5. A disp.: Andrés Fernández, Bonera, Rukavina, N’Diaye, Rodri. All. Fran Escribá.
Valencia (4-3-3): Diego Alves; João Cancelo, Mangala, Garay, Gayá; Parejo, Carlos Soler (78’ Mario Suárez), Enzo Pérez; Munir (87’ Montoya), Santi Mina (81’ Zaza), Nani. A disp.: Jaume Doménech, Aderlan Santos, Álvaro Medrán. All. Voro.
Gol: 35’ Carlos Soler, 42’ Santi Mina
Arbitro: José Luis González González. Ha ammonito Enzo Pérez, V. Ruiz, Garay e Jaume Costa.

About Mihai C. Vidroiu 449 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*