Il Madrigal è diventato Estadio de la Cerámica

Madrigal stadio estadio ceramica

Domenica 8 gennaio, nel pre-gara del match contro il Barcellona, il Villarreal ha presentato la parziale ristrutturazione del Madrigal rinominato Estadio de la Cerámica. Il processo di restaurazione ha avuto inizio quest’estate e, oltre ad aver modificato lievemente alcuni settori dello stadio, ha inciso soprattutto per l’eliminazione del padiglione polifunzionale Campió Llorens adiacente al Fondo Sur (in pratica la curva che in televisione si trova alle spalle della porta del lato destro del campo). Mentre il padiglione verrà ricostruito in un’altra parte di Vila-real, totalmente a carico del club, al di fuori dell’impianto sportivo è stato ricavato uno spiazzo che ha messo in risalto la nuova facciata del feudo amarillo. Questa, caratterizzata da un innovativo sistema di luci a LED, ha dato un nuovo volto al fu Madrigal ed è stata presentata con uno spettacolare filmato di fronte a oltre seimila tifosi, prima dell’incontro.

Questi lavori di restaurazione, che sono costati più di un milione di euro, sono stati finanziati dalla cessione del naming rights a un consorzio di aziende locali operanti nel settore della ceramica, ossia: Pamesa, di proprietà del presidente del Villarreal Fernando Roig; Porcelanosa, la più celebre ditta di Vila-real, nonché leader mondiale nel settore; e Argenta Cerámica, come patrocinatori principali. A questi si sono poi aggiunte altre società che hanno contribuito in maniera più ridotta al progetto: Tau Cerámica (celebre nel mondo cestistico per aver sponsorizzato per oltre un ventennio la squadra basca di Vitoria), Bestile, Colorobbia e Esmalgrass-Itaca. Ma l’obiettivo del Villarreal sarebbe quello di riuscire a radunare in questo progetto tutte le società locali del settore così da incrementare gli introiti e diventare ambasciatore mondiale della provincia di Castellón e della sua produzione. Un piano ambizioso, come ha rivelato il vertice amarillo nella conferenza-stampa: «Ci stavamo pensando dal 2000, ma solamente nel 2015 abbiamo iniziato a lavorarci su, e lo scorso giugno abbiamo raggiunto l’accordo definitivo iniziando i lavori subito dopo. In meno di sei mesi siamo riusciti a dare una nuova forma allo stadio».

Adesso la parete esterna del Fondo Sur è ricoperta da un tappeto di duemila metri quadri di grès porcellanato e di fronte la nuova piazza ricavata dalle demolizione del padiglione sportivo verrà messa a disposizione di saltuari eventi promozionali incentrati sulla ceramica. Plaza del Llaurador è ora infatti la più grande piazza di Vila-real e qui sono stati installati locali e bagni pubblici, tutto a spese del club, ossia indirettamente dalle aziende coinvolte nel progetto. Comunque il Comune non ha sganciato un soldo e appena deciderà la locazione disporrà di un nuovo padiglione sportivo, moderno e a costo zero. Ma il bello deve ancora arrivare. Come ha sottolineato Fernando Roig: «Questo è solo l’inizio: siamo solo al 25% di questo progetto. L’anno prossimo ristruttureremo la tribuna e doteremo il Villarreal di un museo all’interno dello stadio. A questa seguiranno altre fasi che dovrebbero concluderi nel giro di quattro anni».

Ecco com’era Plaza del Llaurador prima dei lavori:

Fonte: elperiodicomediterraneo.com

Passiamo quindi a uno degli aspetti più interessanti di questa nuova era: i benefici economici che riceverà il Villarreal da questa sponsorizzazione. Fernando Roig è stato molto chiaro a riguardo. «Vogliamo essere molto ottimisti: dovremmo ricavare tra i tre e gli otto milioni di euro. Nel 2017 saranno tre milioni ma dopodiché aumenteranno. I marchi coinvolti finora rappresentano il 30% del settore della ceramica in Spagna, ma pensiamo che pian piano si aggregheranno altri marchi». Ciò potrebbe significare che l’accordo attualmente in vigore preveda degli introiti annuali di circa sei milioni di euro, ridotti alla metà per la stagione in corso visto che il girone d’andata sta per concludersi. E che con la speranza di attirare altre firme, la previsione sia quella di raggiungere quota otto milioni nei prossimi anni.

About Mihai C. Vidroiu 419 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*