Asenjo rinnova fino al 2022

Asenjo

La politica di rinnovi del Villarreal continua a fari spenti. Dopo il prolungamento di contratto di Manuel Trigueros solo poche settimane fa, ieri è arrivato anche quello del portiere. Sergio Asenjo sarebbe andato in scadenza fra due anni e mezzo, ma la società ha voluto posticipare la data di scadenza dal 30 giugno 2019 al 2022. Altri tre anni. Il 27enne palentino, durante la conferenza stampa, ha dichiarato il suo momento attuale «il migliore della mia carriera». E non gli si può dare torto, lo dicono i numeri. I soli dieci gol incassati nel corso delle prime giornate di Liga sono un nuovo primato societario: precedentemente il record apparteneva a Pepe Reina che nel 2004/05 arrivò a questo turno di campionato con appena dodici reti subite. Inoltre attualmente è in testa alla classifica per il trofeo Zamora, ovvero il premio assegnato al portiere con la miglior media di reti incassate per partita. Il suo principale rivale, Jan Oblak dell’Atlético Madrid, si è infortunato proprio durante la gara di lunedì sera, ragion per cui il cammino di Asenjo verso l’ambito premio sarà ancora più libero. Nonostante il portiere sloveno abbia una buona media di 0,93 il numero di presenze è un dato decisivo per conquistare il trofeo.

«Mi sento fisicamente e mentalmente bene» ha dichiarato il portiere spagnolo di fronte ai giornalisti «e voglio aiutare il Villarreal a conquistare il suo primo titolo importante». A riprova del suo ottimo periodo di forma è arrivata anche la convocazione in nazionale lo scorso autunno. «Devo impegnarmi e lavorerò molto per essere considerato per ogni convocazione». Ma per i dirigenti del Villarreal l’attuale stato di forma del suo portiere non è una novità. Già due anni fa Asenjo fu incoronato a fine anno col premio di «Jugador Cinco Estrellas», premio assegnato dai tifosi del Sottomarino giallo al miglior giocatore della stagione. E nonostante l’infortunio dello scorso anno, quando si lesionò per la terza volta in carriera il legamento del ginocchio, la società ha sempre avuto fiducia in lui. Il suo sostituto Alphonse Areola si mise in luce con prestazioni di livello altissimo, ma nonostante ciò il club non ha mai considerato un suo acquisto definitivo e con la nuova stagione ha riaffidato le chiavi della porta ad Asenjo.

Non può essere un caso nemmeno il fatto che nelle sue centonove partite disputate con questa maglia (per un totale netto di 9.805 minuti) sia riuscito a mantenere la porta inviolata in ben quaranta occasioni. In pratica quasi il 40%. Non male considerando che la porta da difendere non è quella né del Barcellona e né del Real Madrid, e tanto meno dell’Atlético. D’altronde le prestazioni di quest’anno non sono da meno: il Villarreal gode attualmente della miglior difesa del campionato in termini di reti incassate, e (considerando le pagelle assegnate da Il Sottomarino Giallo) Asenjo non è mai andato sotto la sufficienza. Anzi, spesso e volentieri è stato determinante come nelle gare contro il Málaga e il Las Palmas, e perfino in alcune partite perse, come quella a Eibar, ha sfoderato prestazioni superbe. Senza alcun dubbio oggi Sergio Asenjo è uno dei giocatori più forti del Submarino amarillo e uno dei principali artefici di quanto sta ottenendo.

About Mihai C. Vidroiu 348 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*