Europa League, Gruppo L: Osmanlispor primo e Villarreal secondo

trigueros

Al termine di una gara apertissima il Villarreal la spunta sul filo del rasoio sulla Steaua Bucarest e si qualifica (per la settima volta su sette durante i gironi di Coppa Uefa/Europa League) come seconda classifica, grazie alla bellissima rete di Trigueros nel finale. Partita tutt’altro che scontata visto che i romeni sono stati in corsa fino all’ultimo, e dopo l’espulsione di Tamaș si è trasformata in un incontro di ping pong. Mentre nell’altro match del gruppo L l’Osmanlispor ha regolato lo Zurigo confermando il primato nel girone con le reti negli ultimi venti minuti di Dzon Delarge ed Erdal Kilicaslan. Perciò turchi testa di serie, spagnoli no, svizzeri e rumeni eliminati.

Dopo il terribile mese di novembre – il peggiore nelle ultime tre stagioni per il Submarino amarillo – i ragazzi di Fran Escribá hanno dato prova di saper giocare a calcio. Nonostante la mancanza di Castillejo (infortunatosi sabato scorso e non disponibile fino a gennaio), principale fonte di gioco della squadra, il Villarreal ha giocato bene dimostrando di avere molte idee negli ultimi metri, soprattutto toccandola di prima. Molte le occasioni sprecate, perfino quella che poi Sansone ha ribadito in rete per il vantaggio amarillo. A proposito: l’italo-tedesco è tornato in gol dopo otto gare di digiuno (ma appena 439 minuti effettivi). Non si può dire lo stesso di Bakambu, ancora a secco dopo cinque gettoni europei, quando invece l’anno scorso aveva segnato nove reti in tredici presenze, assestandosi come vice-capocannoniere della competizione.

Ma le cose non sono andate lisce come potrebbe sembrare. Laurențiu Reghecampf attua la mossa fortunata nella seconda parte, quando inserisce il centrocampista Achim. Dopo mezzo minuto dal suo ingresso Achim tocca il suo primo pallone buttando la palla in rete con un colpo di testa che riapre la partita e il discorso qualificazione. Con l’uno a uno (in virtù del fatto che ad Ankara la gara era ancora bloccata sul pareggio) il Villarreal sarebbe stato ancora qualificato, ma pericolosamente in bilico: agli ospiti sarebbe bastato un gol per ipotecare il passaggio del turno a patto di non incassarne altri due. Il morale dei padroni di casa è calato e l’incontro è diventato un continuo ribaltamento di campo con occasioni a profusioni per entrambe le sponde. Se gli attaccanti del Sottomarino giallo hanno graziato il portiere romeno, dall’altra parte è stato merito del solito Asenjo mantenere i suoi a galla.

A decidere il match è stato un pallonetto vellutato a meno di minuti dal novantesimo di Manu Trigueros, in rete per la prima volta in carriera durante una partita internazionale. Coronando così una prestazione bizzarra: ha infatti dispensato una quantità industriale di palloni utili (molti dei quali in profondità per Bakambu che spesso si è ritrovato nell’uno contro uno, non sapendolo sfruttare), ma si è anche macchiato di tre errori gravi. Il primo impunito, il secondo sulla marcatura di Achim e il terzo a dieci secondi dal triplice fischio dell’arbitro, regalando un pallone velenosissimo in are di rigore. Alla fine il Villarreal si è qualificato, ma quella che sarebbe dovuta essere una formalità si è trasformata in una pellicola thriller. Un girone che avrebbe dovuto dominare è stato in bilico fino all’ultimo secondo: in caso di pareggio in extremis la Steaua Bucarest avrebbe strappato il passi dei sedicesimi di finale al posto dei padroni di casa. La nota migliore è che sul piano del gioco il Villarreal non si esprimeva su questi livelli da quasi un paio di mesi, almeno sul piano offensivo.

Tabellino:
Villarreal (4-4-2): Asenjo 7; Mario Gaspar 6,5, Musacchio 6 (39’ Álvaro González 6), V. Ruiz 6, Jaume Costa 6; Jonathan dos Santos 6, Bruno Soriano 6,5, Trigueros 7, Roberto Soriano 6,5; Sansone 6 (80’ Santos Borré n.g.), Bakambu 5 (86’ Rodri n.g.). A disp.: Andrés Fernández, Álvaro González, Rukavina, Leo Suárez, Pato. All. Fran Escribá.
Steaua Bucarest (4-4-2): Niță; Tamaș, Moke, Toșca, Momčilović; Enache (46’ Golubović), Pintilii (55’ Achim), Bourceanu, William Amorim; Popa, Boldrin (77’ O. Popescu). A disp.: Stăncioiu, Jakoliš, Aganović, Tudorie, Golubović. All. Laurențiu Reghecampf.
Gol: 15’ Sansone, 55’ Achim, 88’ Trigueros.
Arbitro: Manuel Gräfe (GER). Ha ammonito Bakambu, Tamaș, Golubović e Achim; e ha espulso Tamaș per doppia ammonizione al 79’.

Europa League – Gruppo L: sesta giornata:

Villarreal-Steaua Bucarest 2-1 (15’ Sansone, 55’ Achim, 88’ Trigueros)

Osmanlispor-Zurigo 2-0 (73’ Delarge, 89’ Kilicaslan)

Classifica: Osmanlispor 10, Villarreal 9, Steaua Bucarest e Zurigo 6.

About Mihai C. Vidroiu 480 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*