Il doloroso addio di Antonio Cordón

Antonio Cordón

Come un fulmine a ciel sereno, mercoledì mattina il Villarreal ha comunicato l’addio di Antonio Cordón, direttore generale del Sottomarino giallo, dopo diciassette lunghi anni di servizio. Ai più questo nome potrà sembrare anonimo, ma di fatto Antonio Cordón è stato uno dei pochi pezzi insostituibili che ha contribuito a rendere il Submarino amarillo una squadra di livello internazionale. Era stato già tentato dal Barcellona lo scorso gennaio, quando uscì il suo nome come possibile sostituto di Andoni Zubizarreta, ma stavolta il dirigente amarillo non ha resistito alle sirene del Monaco, parlando di «offerta irrinunciabile». La sua partenza è diventata il quarto trending topic spagnolo su Twitter, in una giornata (quella di mercoledì) già segnata dagli attentati all’aeroporto di Istanbul. In qualità di direttore generale ha affiancato il lavoro dell’ a.d. Fernando Roig Negueroles supervisionando tutto il mercato sudamericano: direttamente, assistendo ogni anno ai più importanti tornei giovanili del subcontinente americano, e indirettamente, avendo l’ultima parola su tutti i giocatori latini entrati in orbita Villarreal nell’ultimo decennio.

«Sono io quello che ha preso la decisione di andarsene,» ha spiegato a Radio Vila-real «emotivamente è impossibile sostituire nel mio cuore il Villarreal, questa cittadina e la sua famiglia, ma nella vita ci sono altri fattori e mi si è presentata una grande opportunità, e per questo devo ringraziare solamente il Villarreal». Per il Sottomarino giallo ha speso solo parole d’amore. «Questo è un club in cui si fanno le cose molto bene» ha continuato Cordón «È stato un addio molto difficile, mi è costato molto, la relazione umana che mi lega al presidente Roig, a suo figlio Fernando e a tutta la dirigenza è molto forte, per me non è stato facile. Mi sento orgoglioso di tutte le persone con cui ho lavorato qui». E sul nuovo Villarreal che si sta costruendo è stato chiarissimo. «La maggior parte del lavoro è stato già fatto, la dirigenza ha già una lista di nomi su cui puntare, adesso si tratterà solo di avviare le trattative, ma il grosso è stato già fatto. Si farà anche quest’anno una grande squadra. Che nessuno ne dubiti!».

L’ufficialità del suo approdo al Monaco dovrebbe essere data lunedì prossimo, ma già stamane il quotidiano francese L’Equipe ha confermato che è stato il club monegasco ad aggiudicarsi il dirigente spagnolo. Alla corte del Principato Antonio Cordón svolgerà lo stesso incarico svolto negli ultimi tempi per il Sottomarino giallo, giacché Claude Makélélé aveva rescisso il contratto lo scorso 6 giugno. Mentre per quanto riguarda il Villarreal il posto vacante rimarrà tale per adesso. Il suo incarico verrà smaltito da tutti i membri della segreteria tecnica: ossia da Luis Rodríguez, Antonio Salamanca, Antonio Martínez Pachín, Vicente Manrique e José Ignacio Navarro. D’altronde lo stesso Cordón, quando arrivò a Vila-real nel ‘99 dopo un’esperienza nella cantera del piccolo San Agustín de Madrid, iniziò come osservatore, salvo poi scalare la piramide dirigenziale, passando per la direzione della scuola-calcio e poi della cantera villarrealense.

(Foto: villarrealcf.es)

About Mihai C. Vidroiu 470 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

2 Commenti su Il doloroso addio di Antonio Cordón

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*