Villarreal-Bayer Leverkusen 2-0: Due aspirine per Bakambu!

Bakambu Bayer Leverkusen

Esattamente cinque anni fa, il 10 marzo 2011, il Villarreal espugnava la BayArena due a tre ipotecando il passaggio del turno contro la squadra allora imbattuta di Schmidt (anche quella sera la gara fu diretta da un arbitro italiano, Tagliavento). Stasera il Submarino amarillo ripete l’exploit grazie alla quinta doppietta stagionale di Cédric Bakambu, che significa un piede e mezzo ai quarti di finale di Europa League. Infatti in competizioni europee, una sconfitta per due a zero all’andata è stata ribaltata meno di una volta su cinque (“solamente” centoquindici volte su seicentosettantasei casi). Il Villarreal si è trovato con un vantaggio simile in cinque precedenti esperienze internazionali e ha sempre superato il turno, anzi: non è mai stato eliminato dopo aver vinto all’andata in diciannove diverse occasioni.

La partenza del Sottomarino giallo è disarmante: Soldado spreca un pallone d’oro propiziato da Mario Gaspar, ma nell’azione successiva manda in rete il suo compagno di reparto Bakambu. Trovato il vantaggio i padroni di casa tornano a essere la squadra compatta e prudente per la quale si è fatta conoscere in questa stagione: i tedeschi s’impossessano della sfera ma non trovano varchi. Di fatto gli unici brividi arrivano da destra, dove Rukavina (fuori ruolo) soffre le discese di Bellarabi, e dai calci da fermo di Çalhanoğlu. Ma è il teatro perfetto per lo spettacolo di Marcelino, che con un risultato già appetibile, può pensare a difendere e ripartire in velocità.

Così arriva il raddoppio a inizio ripresa, quando gli ospiti si riversano in avanti e con la metà campo completamente scoperta Bakambu scatta in una folle corsa verso Leno, e dopo quaranta metri di sterrato trova la lucidità di insaccarla ancora. Si tratta del suo quattordicesimo gol stagionale, che lo conferma il miglior debuttante in questa annata di calcio spagnolo (dietro di lui Guidetti del Celta Vigo con undici segnature), ma questa rete è la più importante: vale un piede nei quarti di finale di Europa League. Perché il Bayer Leverkusen non reagisce, prova ad affollare il territorio nemico ma senza creare mai alcuna situazione rilevante.

L’unico evento degno di cronaca accade poco dopo l’ora di gioco quando Rukavina tenta un cambio di gioco colpendo sulla tempia Kramer, che crolla a terra. Intervengono subito entrambi gli staff medici, allertati dalle reazioni dei giocatori in campo, ma il centrocampista tedesco, pur abbandonando il campo in barella, esce cosciente. Si perdono tre minuti, che col senno di poi danneggeranno proprio il Leverkusen. Infatti nell’ultimo giro di lancette l’ex-romanista Jedvaj si macchia di un chiaro fallo intenzionale di mano in una zona morta del campo, rimediando il secondo cartellino giallo che gli costerà la gara di ritorno. Ma alle aspirine servirà un miracolo per passare il turno.

Tabellino:
Villarreal (4-4-2): Areola 6,5; Mario Gaspar 6,5, Víctor Ruiz 6,5, Bailly 7, Rukavina 6; Castillejo 5,5 (80’ Nahuel Leiva ng), Bruno Soriano 6, Trigueros 6, Denis Suárez 6,5; Soldado 7 (76’ Léo Baptistão ng), Bakambu 7 (83’ Adrián López ng). A disp.: Asenjo, Bonera, Adrián Marín, Tomás Pina. All. Marcelino.
Bayer Leverkusen (4-4-2): Leno; Jedvaj, Papadopoulos, Tah, Wendell; Brandt, Kramer (65’ Marlon Frey), Çalhanoğlu, Bellarabi (86’ Mehmedi); Chicharito Hernández, Kießling (67’ Kruse). A disp.: Krešić, André Ramalho, Henrichs, Yurchenko. All. Roger Schmidt.
Gol: 4’, 56′ Bakambu.
Arbitro:  Gianluca Rocchi (ITA). Ha ammonito Tah, Chicharito Hernández, Jedvaj e Trigueros; e ha espulso Jedvaj  al 95’ per doppia ammonizione.

About Mihai C. Vidroiu 537 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*