Espanyol-Villarreal 2-2: Musacchio salva capra e cavoli, ma il Sottomarino non va

Espanyol

Musacchio gela il Cornellà-El Prat a un minuto dal novantesimo, acciuffando un pareggio dopo un’altra pessima prestazione del Submarino amarillo. Il Villarreal dimostra ancora una volta che sul campo dell’Espanyol difficilmente cade: è successo solo una volta nelle ultime tredici trasferte a Barcellona. Grazie a questo punto il Sottomarino giallo allunga la propria serie utile in campionato a otto incontri  (l’anno scorso arrivò a dieci), ma la squadra palesa ancora gravi lacune sul piano del gioco che non fanno presagire nulla di buono.

Marcelino soffre l’assenza dello squalificato Víctor Ruiz, rimpiazzato da un Bailly assolutamente fuori forma. L’ivoriano è probabilmente il principale responsabile nella rete a freddo di Felipe Caicedo, che sfonda la retroguardia amarilla per vie centrali e spiana la strada ai suoi. In svantaggio nel risultato gli ospiti attuano un pressing a tutto campo per poter rimettere la gara sui giusti binari prima del duplice fischio, e la cosa sembra funzionare. Bruno trasforma un pallone perso da Asensio in un filtrante per Soldado, che con un bel colpo di tacco permette a Trigueros di trovare il pari.

Ma la pressione altissima è un’arma a doppio taglio, e Marcelino se ne accorge quando Burgui fredda Areola c’entrando il palo dall’angolino dell’area di rigore. Così il tecnico groguet decide di passare a un atteggiamento più prudente, riducendo il pressing a metà campo. Però Galca chiede ai suoi ragazzi maggiore intensità, proprio come avevano iniziato, e ancora una volta Bailly ci mette del suo: perde di vista Gerard Moreno che sbuca fuori all’ultimo e devia un cross sul primo palo in rete. Se non altro l’ex-canterano amarillo decide di non esultare.

La verità è che il Sottomarino giallo non ha le idee chiare su come riprendere in mano la partita. I padroni di casa si difendono con un 4-4-2 che puro e crudo, che permette il raddoppio difensivo sulle punte del Villarreal e lo schermo difensivo davanti alla difesa. L’Espanyol va più vicino alla terza rete sui ribaltamenti di fronte, di quanto non sappia fare il Submarino amarillo. Ma l’ingresso di Bonera già dalla ripresa, aiuta gli ospiti a non concedere più nulla.

Il primo tiro in porta del Villarreal nella seconda parte arriva a due minuti dal termine, quando grazie a un calcio d’angolo Musacchio trova un immeritato e inaspettato pareggio. Il suo quarto gol in carriera arriva sempre di testa e da corner, e grazie alla sua rete il Villarreal è finalmente riuscito a segnare su gioco aereo (ultima squadra dei massimi cinque campionati europei ad esserci riuscita). Le reiterate proteste di Gerard Moreno, già ammonito, per una presunta irregolarità sul gol lo conducono alla doppia ammonizione, che gli costerà la squalifica nel prossimo match contro il Real Madrid.

Tabellino:
Espanyol (4-2-3-1): Pau López; Javi López, Álvaro González, Enzo Roco, Rubén Duarte; Papa Diop, Jordán; Gerard Moreno, Asensio, Burgui (68′ Víctor  Álvarez); Felipe Caicedo. A disp.: Bardi, Ciani, Juan Fuentes, Abraham González, Salva Sevilla, Mamadou Sylla. All. Constantin Galca.
Villarreal (4-4-2): Areola 5,5; Mario Gaspar 5,5, Musacchio 6,5, Bailly 3,5 (46′  Bonera 6,5), Jaume Costa 6,5; Jonathan dos Santos 5 (65′ Léo Baptistão 6), Bruno Soriano 5,5, Trigueros 5,5, Denis Suárez 5,5; Soldado 4, Bakambu 5. A disp.: Barbosa, Rukavina, Tomás Pina, Castillejo, Nahuel Leiva. All. Marcelino.
Gol: 4′ Felipe Caicedo, 24′ Trigueros, 40′ Gerard Moreno, 88′ Musacchio.
Arbitro: Pérez Montero. Ha ammonito  Jordán, Jaume Costa, Salva Sevilla e  Víctor  Álvarez; e ha espulso Gerard Moreno per doppia ammonizione.

About Mihai C. Vidroiu 479 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia. Ah, sono anche modesto a volte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*